Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2005 Agosto;56(4) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2005 Agosto;56(4):337-41

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

AGGIORNAMENTI SULLA PROTESICA DI SPALLA  102° CONGRESSO DELLA SOCIETA' PIEMONTESE-LIGURE-LOMBARDA DI ORTOPEDIA E TRAUMATOLOGIA (S.P.L.L.O.T.) - Brescia, 9-10 settembre 2005
LE NUOVE TECNOLOGIE, I MODERNI STRUMENTARI IN CHIRURGIA PROTESICA


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2005 Agosto;56(4):337-41

lingua: Italiano

Riabilitazione semplificata dopo endoprotesi di spalla

Canata G. L. 1,2

1 Koelliker Centre of Sports Traumatology Turin, Italy
2 Sports Medicine, SUISM University of Turin, Turin, Italy


PDF  


Obiettivo. Lo scopo di questo lavoro è la ricerca di una sinergia ottimale fra tempi riabilitativi e processi biologici riparativi negli interventi protesici di spalla per favorire una precoce mobilizzazione articolare, prima passiva poi attiva, per migliorare i risultati clinici della riabilitazione domiciliare.
Metodi. Sono presentati i risultati su un gruppo di 8 pazienti operati di endoprotesi di spalla per artrosi postraumatica o osteonecrosi della testa omerale, senza lesione della cuffia dei rotatori. L’età media dei pazienti era di 61,13 (70-52). Nessuno di essi presentava lesione della cuffia dei rotatori. Tutti venivano operati dallo stesso chirurgo. Il tempo medio di ricovero era di 2,5 giorni. La riabilitazione era sempre individuale. Controlli clinici erano previsti a 7,15, 30, 60, 90 e 180 giorni. Il follow up medio era di 29,9 mesi (4-60). Tutti i pazienti sono3 stati valutati con la scheda di Constant.
Risultati. La scheda di Constant presentava un punteggio medio di 91,5 (100-68). Tutti i pazienti tranne uno sono stati pienamente soddisfatti dell’intervento.
Conclusioni. Una riabilitazione domiciliare semplificata e personalizzata può avere successo anche nella chirurgia protesica di spalla. Il paziente è istruito ad ampliare progressivamente la funzionalità della spalla agendo costantemente in un ambito non evocante dolore. Il dolore è un importante segnale che aiuta e guida il paziente nel percorso riabilitativo. Un paziente bene istruito e motivato potrà ulteriormente migliorare la funzione della spalla anche dopo la fase iniziale sotto controllo medico e potrà mantenere una buona funzione articolare negli anni successivi all’intervento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail