Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2004 August;55(4) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2004 August;55(4):85-96

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  KNEE ARTHROPLASTY


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2004 August;55(4):85-96

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Confronto tra i risultati cinematici e clinici di protesi di ginocchio con supporto fisso e mobile

Stukenborg-Colsman C., Ostermeier S., Hurschler C., Wirth C. J.

Orthopaedic Department Hannover Medical School, Hannover, Germany


PDF  


I recenti modelli di protesi di ginocchio hanno incorporato degli inserti di supporto mobile. Questi hanno lo scopo di permettere un più alto grado di adattamento dell’articolazione tibiofemorale rispetto a quanto è possibile nei modelli con inserti fissi, riducendo così lo stress da contatto, senza diminuire il range di movimento del ginocchio. Noi abbiamo confrontato la cinematica del modello con supporto fisso e quella del modello con supporto mobile, misurando le sollecitazioni da contatto, il carico nell’area di contatto del supporto e il movimento dell’inserto con supporto mobile sotto condizioni di carico dinamico. Le sollecitazioni e i movimenti sono stati misurati anche con la componente tibiale normalmente allineata, così come in posizione di intra- ed extra-rotazione.
Il picco medio delle sollecitazioni da contatto misurato nel modello con supporto fisso era più alto di quello nel modello con supporto mobile. I risultati del test si correlano alle misurazioni radiografiche dei movimenti in vivo degli inserti con supporto mobile, mostrando un movimento “paradosso” dell’inserto mobile, confrontato al movimento fisiologico del menisco.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail