Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2003 December;54(6) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 2003 December;54(6):421-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ortopedica e Traumatologica 2003 December;54(6):421-6

Copyright © 2003 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Placca di Mennen nel trattamento delle fratture periprotesiche diafisarie femorali

Fancellu G., Schiavon D., Biber Z.

Unità Clinica Operativa di Ortopedia e Traumatologia Ospedale di Cattinara, Trieste


PDF  


Obiettivo. Le fratture di diafisi femorale in prossimità dello stelo dopo artroplastica di anca o ginocchio rappresentano delle complicanze poco frequenti ma critiche, specie negli anziani. Il trattamento chirurgico rappresenta, tuttavia, la metodica di elezione o con il posizionamento di placche rette, rimozione della componente midollare e posizionamento di un chiodo endomidollare lungo o sostituzione dello stelo con uno da revisione.
Obiettivo del nostro studio è stato quello di analizzare l’utilizzazione della placca di Mennen nel trattamento di queste fratture.
Metodi. Nel periodo che va dal gennaio 1998 al dicembre 2001 abbiamo operato 13 pazienti, 4 maschi e 9 femmine che presentavano fratture di tipo II e III secondo D’Imporzano, di tipo B secondo Duncan e Masri e di tipo II secondo la classificazione radiologica.
Grande importanza è stata data alla valutazione clinica del paziente e all’esecuzione di un’adeguata preparazione preoperatoria che ci ha permesso di portare al tavolo operatorio i pazienti in mediamente in 5 giorni.
Risultati. In generale i pazienti nel postoperatorio sono stati sottoposti a terapia riabilitativa a letto dalla 2° giornata; dalla 14° giornata è stato concesso di deambulare con l’ausilio di stampelle e divieto assoluto di carico sull’arto operato mantenuto per 4-8 settimane alla scadenza delle quali carico sfiorante a circa il 25% del peso rapidamente progressivo.
Conclusioni. Questi pazienti sono stati studiati per un periodo che va da 15 a 35 mesi con Rx di controllo e valutazione clinica e compilazione di un questionario con risultati soddisfacenti in tutti i casi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail