Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 1999 June;50(3) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 1999 June;50(3):103-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ortopedica e Traumatologica 1999 June;50(3):103-6

lingua: Italiano

L'utilizzo del Compass PIP Joint Hinge in pazienti affetti da morbo di Dupuytren con retrazione in flessione dell'articolazione interfalangea prossimale

Bonaspetti G., Volpi P., De Filippo G., Damiani L., Pazzaglia U. E.


PDF  


Introduzione. La malattia di Dupuytren spesso determina una deformità in flessione delle articolazioni MF, IFP e IFD di difficile trattamento. In un'alta percentuale di casi con il trattamento chirurgico si ottiene un risultato solo temporaneo, in quanto nel periodo postoperatorio spesso si perde la correzione ottenuta. Risulta pertanto determinante un corretto approccio riabilitativo per consentire di ottimizzare e rendere duraturi i risultati. Con questo studio proponiamo i risultati ottenuti nel trattamento della deformità in flessione dell'articolazione IFP in pazienti affetti da morbo di Dupuytren trattati con un intervento di aponeurectomia selettiva e posizionamento del Compass PIP Joint Hinge per il periodo riabilitativo postoperatorio.
Metodi. Abbiamo operato 6 pazienti di sesso maschile affetti da morbo di Dupuytren, di età compresa fra i 50 ed i 65 anni, con deformità in flessione della IFP del V dito. La deformità in flessione, pre-operatoria, delle IFP era in media di 71,6°.
Risultati. Tutti i pazienti trattati chirurgicamente hanno raggiunto l'estensione completa della IFP in sala operatoria, ad un follow-up a 24 mesi la flessione delle IFP era in media di 30,7°. Tutti i pazienti hanno seguito lo stesso protocollo riabilitativo post-operatorio assistito dal Compass PIP Joint Hinge.
Conclusioni. I risultati ottenuti a distanza di 24 mesi, confrontati con quelli riportati in letteratura internazionale, indicano essere il minifissatore Compass PIP Joint Hinge un mezzo sicuro ed affidabile non solo per il recupero postoperatorio, ma anche per il mantenimento dei risultati a distanza.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail