Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 1999 June;50(3) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 1999 June;50(3):85-92

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Ortopedica e Traumatologica 1999 June;50(3):85-92

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Crescita condrocitaria su un substrato biologico trapiantabile: l'estere dell'acido ialuronico (Studio preliminare)

Albisetti W., Sala C., Corbella M., Banfi A., La Bionda F.


PDF  


Obiettivo. Gli autori si sono proposti di valutare la possibilità di crescita di condrociti murini su una membrana interamente composta da un estere dell'acido ialuronico, un polimero naturale appartenente alla famiglia dei glicosamminoglicani, allo scopo di individuare un substrato biologico trapiantabile e rapidamente degradabile su cui coltivare una sospensione cellulare condrocitaria, senza alterarne la proliferazione, e consentire un nuovo approccio alla terapia chirurgica dei difetti condrali.
Metodi. In questo studio sperimentale sono stati utilizzati 192 topi del ceppo C57B, sacrificati a 4 giorni di vita da cui sono state ottenute 32 colture condrocitarie mediante asportazione della condroepifisi distale di femore e prossimale di tibia. Ogni coltura condrocitaria è stata suddivisa in 10 pozzetti, ad 8 dei quali è stato aggiunto l'estere dell'acido ialuronico, mentre i 2 rimanenti sono serviti come controlli, per un totale di 256 casi e 64 controlli.
Risultati. I risultati a 7 giorni hanno dimostrato una crescita cartilaginea regolare senza alterazioni qualitative di forma e dimensioni cellulari. Dopo 14 giorni di coltura, i filamenti del biomateriale non sono più identificabili: l'estere dell'acido ialuronico è stato completamente riassorbito dai processi catabolici cellulari.
Conclusioni. Lo studio sperimentale ha dato importanti informazioni sia dal punto di vista tecnico-metodologico, essendo i risultati ripetibili al 100%, sia dal punto di vista dei risultati, dimostrando che l'estere dell'acido ialuronico è un ottimo substrato per la crescita condrocitaria e che dunque è ipotizzabile un suo impiego nella chirurgia dei difetti condrali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail