Home > Riviste > Minerva Ortopedica e Traumatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Ortopedica e Traumatologica 1999 Febbraio;50(1) > Minerva Ortopedica e Traumatologica 1999 Febbraio;50(1):39-46

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA ORTOPEDICA E TRAUMATOLOGICA

Rivista di Ortopedia e Traumatologia


Official Journal of the Piedmontese-Ligurian-Lombard Society of Orthopedics and Traumatology
Indexed/Abtracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

NOTE DI TECNICA  


Minerva Ortopedica e Traumatologica 1999 Febbraio;50(1):39-46

lingua: Italiano

Lembo safeno reverse (La nostra esperienza nell'impiego clinico nelle perdite di sostanza degli arti inferiori)

Bonaspetti G., Tassi M., De Filippo G., Megaro A., Pazzaglia U. E.


PDF  


Obiettivo. Le perdite di sostanza degli arti pongono da sempre difficili problemi di riparazione.
In questo lavoro presentiamo il lembo fasciocutaneo safeno reverse mediale e laterale della gamba.
Metodi. Presso la clinica ortopedica degli studi di Brescia abbiamo scolpito questo lembo su 27 pazienti, il follow-up medio è stato di 24,4 mesi.
Di questi 27 pazienti 19 erano affetti da esiti di frattura esposta, 5 da osteomielite con esposizione del focolaio in esiti di frattura esposta e 3 da scuoiamento della gamba.
Risultati. Non abbiamo mai avuto problemi ischemici del lembo, abbiamo avuto in 2 casi un neuroma del nervo safeno interno e in 1 caso la recidiva della osteomielite.
Conclusioni. Sulla base della nostra esperienza possiamo dire che questo è un lembo di facile esecuzione che si può utilizzare sia in regime di urgenza che in elezione.
Essendo un lembo fasciocutaneo non intacca strutture muscolari, di contro possono manifestarsi in sede di prelievo, quando la chiusura della zona donatrice non è eseguita per prima intenzione, degli antiestetici avvallamenti con discromie cutanee dovute all'innesto dermo-epidermico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail