Home > Riviste > Minerva Oftalmologica > Fascicoli precedenti > Minerva Oftalmologica 2012 June;54(2) > Minerva Oftalmologica 2012 June;54(2):53-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA OFTALMOLOGICA

Rivista di Oftalmologia


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Oftalmologica 2012 June;54(2):53-8

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Risultati postoperatori dopo cross-linking per cheratocono progressivo

Rossi S., Testa F., Santamaria C., Orrico A., Boccia R., Brunetti Pierri R., D’alterio F. M., Simonelli F., De Rosa G.

Dipartimento di Oftalmologia, Seconda Università di Napoli, Napoli, Italia


PDF  


Obiettivo. Riportare i risultati refrattivi, topografici, tomografici ed aberrometrici, ottenuti a 24 mesi dopo interventi di cross-linking corneale, in pazienti con cheratocono avanzato e progressivo.
Metodi. Studio prospettico non randomizzato condotto su 10 occhi. Principali misure rilevate: acuità visiva naturale e corretta, refrazione, topografia corneale, tomografia, aberrometria, pachimetria, tonometria e conta delle cellule endoteliali valutati al basale e con un follow-up a 3, 12 e 24 mesi dopo il trattamento.
Risultati. Due anni dopo il trattamento, l’acuità visiva naturale e quella corretta sono migliorate significativamente (P=0,004 e P<0,001 rispettivamente), e l’errore refrattivo in equivalente sferico medio è diminuito significativamente (P<0,001). La media del potere diottrico pupillare ed il valore cheratometrico apicale sono risultati notevolmente ridotti (P<0,001). Le aberrazioni del fronte d’onda totali e quelle di alto ordine sono diminuite significativamente.
La pachimetria, la pressione intraoculare e la conta delle cellule endoteliali non hanno subito variazioni significative.
Conclusioni. A due anni dall’intervento, il cross-linking corneale sembra essere efficace nel migliorare l’acuità visiva naturale e corretta in occhi con cheratocono progressivo, riducendo significativamente il potere diottrico medio pupillare, la cheratometria apicale e le aberrazioni totali del fronte d’onda corneale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail