Home > Riviste > Minerva Oftalmologica > Fascicoli precedenti > Minerva Oftalmologica 2011 December;53(4) > Minerva Oftalmologica 2011 December;53(4):83-90

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA OFTALMOLOGICA

Rivista di Oftalmologia


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Oftalmologica 2011 December;53(4):83-90

lingua: Italiano, Inglese

Diagnostica dei fori maculari mediante tomografia a coerenza ottica

Camardi A. D. V.

Private Pratictioner, Catania, Italia


PDF  


La diagnostica OCT può essere paragonata a una diagnostica ecografica, da cui si differenzia per il fatto che invece di riflettere le onde acustiche, sfrutta la riflessione delle onde luminose. I tomogrammi ottenuti mediante scansione, vengono visualizzati con una scala di falsi colori, che evidenzia la reflettività dello strato retinico. I colori scuri blu e nero rappresentano zone di minima reflettività ottica. Le zone molto riflettenti sono evidenziate da colori chiari come il rosso e il bianco. La diagnostica OCT serve per evidenziare e studiare le patologie degenerative della retina con una risoluzione di immagine atta ad evidenziare, fin nei più piccoli particolari, la presenza di una membrana epiretinica o di un foro maculare, e al tempo stesso a dare una classificazione nosografica della degenerazione maculare legata all’età o all’edema maculare del diabete. La diagnostica OCT si basa sulla differenza tra l’istologia normale e patologica della retina e, senza l’utilizzo di mezzi di contrasto, permette, attraverso l’uso di una sonda laser ad infrarossi, innocua, di ricostruire l’anatomia della retina nella regione maculare. Consente una sorta di esame istopatologico in vivo della retina senza effettuare alcun prelievo anatomico sul paziente, evidenziando una o più sezioni della retina e valutandone il profilo. L’angiografia valuta la retina solo sul piano frontale. Nei fori maculari, l’OCT permette di riconoscere i diversi stadi evolutivi ed è quindi utile anche per la prognosi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail