Home > Riviste > Minerva Oftalmologica > Fascicoli precedenti > Minerva Oftalmologica 2009 June;51(2) > Minerva Oftalmologica 2009 June;51(2):59-78

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA OFTALMOLOGICA

Rivista di Oftalmologia


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Oftalmologica 2009 June;51(2):59-78

lingua: Inglese, Italiano

I tumori dell’orbita: revisione della letteratura e presentazione della nostra casistica

Amaddeo P., Fontana S.

Unit of Maxillofacial Surgery Bergamo Hospitals, Bergamo, Italy


PDF  


Numerose sono le patologie interessanti l’orbita, oltre a quella neoplastica, come quella malformativa, infiammatoria, traumatica, degenerativa e distiroidea; l’incidenza dipende da fattori quali: predisposizione genetica, sesso, razza ma soprattutto età. Per frequenza le prime due patologie sono le forme infiammatorie e le cisti; l’orbitopatia distiroidea occupa il terzo posto, seguono le malformazioni vascolari, che, invece, nell’adolescente, rappresentano la prima patologia per prevalenza. Al quinto posto si rilevano i traumatismi, al sesto le neoplasie. Fino a vent’anni, l’affezione orbitaria più frequente è rappresentata dagli emangiomi, che, da soli, rappresentano la quarta causa totale per frequenza. Tra i venti e i sessant’anni, la patologia più comune è l’orbitopatia distiroidea, che rappresenta quasi il 60% dei casi, a cui fa seguito la patologia neoplastica. Dopo i sessant’anni, l’orbitopatia distiroidea rappresenta la prima patologia per frequenza, ma è quasi uguagliata dalle patologie neoplastiche. Frequentemente la diagnosi dei tumori orbitari è difficoltosa per il semplice fatto che le manifestazioni cliniche delle patologie neoplastiche e non neoplastiche sono spesso sovrapponibili e rappresentate da: iperemia congiuntivale, diplopia, distopia, esoftalmo, ptosi, ecc. Per tali motivi l’età rappresenta un importante ausilio diagnostico. L’incidenza del tumore primitivo maligno dell’orbita è di 2/1 000 000 fino alla sesta decade, si raddoppia oltre i 60 anni e raggiunge circa 10/1 000 000 oltre gli 80. La cisti dermoide è la più comune massa in età pediatrica (50% dei tumori orbitari infantili); l’emangioma cavernoso è tipico del giovane adulto. I tumori linfoidi rappresentano il 3% dei tumori orbitari nel bambino, l’8% nella popolazione generale e il 28% nell’anziano.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail