Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Oftalmologica > Archivio > Minerva Oftalmologica 2009 Giugno;51(2) > Minerva Oftalmologica 2009 Giugno;51(2):43-7

ULTIMO FASCICOLO   ARCHIVIO   EPUB AHEAD OF PRINT   I PIÙ LETTI   eTOC

Minerva Oftalmologica 2009 Giugno;51(2):43-7

 

    ARTICOLI ORIGINALI

Terapia del glaucoma neovascolare: fotocoagulazione laser + bevacizumab intravitreale

Chiosi F., Chiosi A., Ippolito M., Lanzini G., Rampone A., Costagliola C.

Dipartimento di Oftalmologia Seconda Università di Napoli, Napoli

Obiettivo. Il glaucoma neovascolare rappresenta una delle forme più severe di glaucoma secondario, causato da una serie di condizioni oculari e sistemiche, che condividono il comune elemento dell’ipossia/ischemia retinica con il conseguente rilascio di fattori angiogenici e successivo sviluppo di neovasi a livello del corpo ciliare. Lo scopo di questo studio è di esaminare la potenziale efficacia e sicurezza dell’iniezione intravitreale di bevacizumab (IVB) (Avastin®) nel trattamento del glaucoma neovascolare, in pazienti che sono già stati sottoposti a terapia foto coagulativa laser.
Metodi. Sono stati raccolti i dati di 4 occhi di 4 pazienti, inclusi diagnosi d’origine, acuità visiva, irido grafia e pressione intraoculare (PIO). Sono state programmate tre iniezioni di bevacizumab intravitreale per ogni occhio con un intervallo di 4 settimane dall’iniziale. Tutti gli esami sono stati ripetuti a 1, 3, 6, 9 e 12 mesi di follow-up.
Risultati. È stato osservato regressione dell’edema corneale insieme a significativa riduzione del dolore in tutti gli occhi già dopo la prima IVB, senza però alcun miglioramento dell’acuità visiva. Al termine del protocollo programmato, tutti i pazienti presentavano regressione della neovascolarizzazione iridea, insieme a miglioramento dell’acuità visiva. La riduzione media della PIO rispetto al baseline era di 9,5 mmHg.
Conclusioni. Il bevacizumab intravitreale, in aggiunta al trattamento fotocoagulativo, sembra dimostrare promettenti risultati nella gestione della retinopatia diabetica proliferante associata a glaucoma neovascolare in quanto limita la produzione di VEGF associata alla laserterapia.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina