Home > Riviste > Minerva Oftalmologica > Fascicoli precedenti > Minerva Oftalmologica 2002 March;44(1) > Minerva Oftalmologica 2002 March;44(1):1-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA OFTALMOLOGICA

Rivista di Oftalmologia


eTOC

 

  LENTI A CONTATTO


Minerva Oftalmologica 2002 March;44(1):1-4

Copyright © 2002 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Oxygen effects on normal and contact lens-perturbed corneal epithelium

Cavanagh H. D., Li S., Yamamoto K., Ladage P. M., Petroll W. M., Jester J. V.


PDF  


Obiettivo. Studio degli effetti dell'ossigeno sull'occhio normale, aperto o chiuso, e dopo applicazione di lenti a contatto permanenti, circa l'omeostasi dell'epitelio corneale nel coniglio.
Metodi. Ai conigli vennero applicate unilateralmente lenti a contatto con differenti permeabilità all'ossigeno per un periodo massimo di 7 giorni, utilizzando l'occhio restante come controllo oppure suturandone la rima palpebrale. L'apoptosi delle cellule superficiali venne misurata in situ utilizzando i test di Annexin-V binding, ethidium homodimer assay e Bcl-2, oppure il TUNEL immunocytochemical localization e il Western blotting.
Risultati. 1) In assenza di lenti a contatto, gli occhi mantenuti aperti mostravano un picco centrale di cellule corneali superficiali non vitali con un numero di cellule pari a 10,8±3,3 Bcl-2-negative e 3,5±1,7 TUNEL-positive/mm2; 2) negli occhi mantenuti chiusi si osservava una riduzione significativa del numero di cellule superficiali apoptotiche non vitali (p<0,05); 3) l'impiego delle lenti a contatto, sia di tipo rigido permeabile ai gas che di tipo soffice, diminuiva l'apoptosi delle cellule corneali superficiali, con una riduzione significativa delle cellule superficiali Bcl-2-negative e TUNEL-positive (p<0,05).
Conclusioni. 1) La proteina Bcl-2 O2-correlata sembra svolgere un ruolo importante nella regolazione del distacco apoptotico a livello dell'epitelio corneale normale del coniglio; tutte le cellule Bcl-2-positive risultano uniformemente TUNEL-negative; 2) la chiusura dell'occhio o la presenza di una lente a contatto può proteggere dalle sollecitazioni meccaniche secondarie all'ammiccamento; qualsiasi tipo di lente a contatto riduce l'apoptosi delle cellule superficiali associata alla persistente espressione di Bcl-2.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail