Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2013 December;133(4) > Minerva Medicolegale 2013 December;133(4):173-81

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

  PREVEDERE PER PREVENIRE PER INTERVENIRE: NUOVE VOCI PER LA MEDICINA LEGALE PIEMONTESE


Minerva Medicolegale 2013 December;133(4):173-81

lingua: Italiano

La lesione iatrogena dei nervi cranici in corso di endoarterectomia carotidea: la prova e il ruolo del medico legale

Santovito D.

Dipartimento di Medicina Legale e Chirurgia Vascolare, Scuola e Cattedra di Specializzazione in Chirurgia Vascolare, Scuola di Medicina e Chirurgia di Torino, Torino, Italia


PDF  


La lesione iatrogena per sua definizione deriva dall’atto diagnostico terapeutico e a volte, proprio per questo, secondo il concetto del post hoc ergo propter hoc, viene attribuita alla mano del medico-chirurgo. Ai fini di un eventuale addebito di responsabilità è quindi necessario che il medico-chirurgo riesca a provare che la complicanza non sia a lui attribuibile, da rientri all’interno del rischio chirurgico, ineliminabile seppur viene adottatala diligenza del qualificato prestatore d’opera.
Nel presente lavoro viene analizzata l’importanza della documentazione medica e dell’atto operatorio, così da poter dimostrare che la complicanze è insorta in modo del tutto indipendente dal gesto chirurgico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail