Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2012 December;132(4) > Minerva Medicolegale 2012 December;132(4):233-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Medicolegale 2012 December;132(4):233-7

lingua: Italiano

Implicazioni medico-legali del follow-up mammografico a breve termine

Olivetti L. 1, Tira A. 1, Bodini M. 1, Pescarini L. 2

1 Unità Operativa di Radiologia Azienda Ospedaliera Istituti Ospitalieri di Cremona, Cremona, Italia;
2 Unità Operativa di Senologia Istituto Oncologico Veneto IRCCS Dipartimento di Scienze Oncologiche e Chirurgiche, Università degli Studi di Padova Padova, Italia


PDF  


La categoria BI-RADS 3 definisce lesioni probabilmente benigne che richiedono il follow-up a breve distanza di tempo; esiste sino al 2% dei casi la possibilità che la lesione sia maligna e che il ritardo di diagnosi possa essere inteso dalla paziente come un danno, con conseguenti implicazioni medico legali. È presentato un caso che, seppur non pervenuto in sede giudiziaria, ha comportato una lamentela presso il Tribunale per i diritti del malato. Sulla base anche di tale esperienza, sono sviluppate alcune considerazioni medico legali relative ai rischi connessi nel suggerire ad una paziente il controllo mammografico a sei mesi piuttosto che un’immediata biopsia. L’applicazione della categoria BI-RADS 3 dovrebbe essere limitata solo ai casi in cui, dopo un approccio diagnostico multimodale e la valutazione di fattori di rischio, il radiologo sia “ragionevolmente certo” che la lesione non ha possibilità di evoluzione verso la malignità.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail