Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2012 Giugno;132(2) > Minerva Medicolegale 2012 Giugno;132(2):149-54

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

  LINEE GUIDA
LE SPESE DI RIABILITAZIONE RISARCIBILI E RIMBORSABILI.
LINEE GUIDA PRELIMINARI PER MEDICI LEGALI, AVVOCATI E LIQUIDATORI DI IMPRESE ASSICURATRICI


Minerva Medicolegale 2012 Giugno;132(2):149-54

lingua: Italiano

Indicazioni pratiche per le menomazioni del collo

Vitetta G.

Medico legale, Torino, Italia


PDF  


Attraverso una rapido esame delle attuali conoscenze sul “colpo di frusta” si è voluto sottolineare i molti aspetti che il medico legale dovrebbe analizzare prima di esprimere un parere sulla quantificazione del danno alla persona e sulla necessità e congruità delle spese mediche. Valutazione che potrebbe apparire standardizzata visto il limitato range previsto dalle tabelle di legge legge ma che in realtà prevede una attenta analisi della documentazione sanitaria prodotta, una attenta valutazione del quadro clinico rapportata alla sintomatologia riferita dal leso e una applicazione rigorosa della criteriologia medico legale. Il medico legale deve ricostruire l’iter clinico del leso dal giorno dell’evento al giorno in cui viene effettuata la visita per l’accertamento del postumi e correlare causalmente al sinistro quanto obiettivato. È chiaro come certificazioni incomplete e soprattutto prive di esame obiettivo non aiutano ad esprimere un parere sull’adeguatezza del sinistro, sia modale che in termini di efficienza, nel determinare quella determinata lesione e conseguentemente quella determinata menomazione oggetto di valutazione o esprimere un parere sull’adeguatezza delle spese mediche in assenza di chiare evidenze scientifiche su quale sia il miglior approccio terapeutico e riabilitativo da adottare. Tutto ciò lascia spazio al contenzioso che se gestito da consulenti poco attenti alla criteriologia medico legale può dare origine a “disastri interpretativi” che invece di creare chiarezza contribuisce a confondere ed a creare incomprensibilità.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail