Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2011 September;131(3) > Minerva Medicolegale 2011 September;131(3):67-73

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medicolegale 2011 September;131(3):67-73

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

La consulenza medicolegale e la responsabilità del perito/CTU odontoiatra

Nuzzolese E. 1, Montagna F. 2, Di Nunno N. 3, De Leo D. 4

1 Odontoiatra, Bari, Italia
2 Medico Specialista in Odontostomatologia, Sommacampagna, Verona, Italia
3 Università del Salento, Lecce, Italia
4 Università degli Studi di Verona, Verona, Italia


PDF  


L’odontoiatria ha l’obiettivo di ripristinare lo stato di salute del cavo orale migliorando le funzionalità dell’apparato stomatognatico. L’odontoiatra deve possedere tutte quelle regole di buona condotta, tecnica, deontologica e morale, a cui qualunque professionista dovrebbe attenersi nello svolgimento della propria attività. La professione odontoiatrica può anche contemplare attività medicolegale in ambito di responsabilità medica, sia civile che penale. E questo sia che l’odontoiatra svolga la funzione di ausiliario del medico legale che in qualità di consulente tecnico d’ufficio ovvero perito. Tale attività deve coniugare l’applicazione di conoscenze biologiche e tecniche delle scienze odontoiatriche con una adeguata preparazione nell’ambito della dottrina giuridica e medico legale. Il consulente tecnico/perito odontoiatra incorre infatti in precise responsabilità quando svolge l’incarico affidatogli dal giudice e le possibili conseguenze per non aver saputo svolgere correttamente il predetto incarico sono specificatamente previste dalla legge penale e civile a seconda del sistema giudiziario nazionale. È opinione degli autori che gli odontoiatri che intendono partecipare all’amministrazione della Giustizia abbiano una maggiore presa di coscienza dei propri limiti in assenza di quei presupposti culturali e metodologici che caratterizzano la medicina legale. A nostro parere il modo migliore per valutare una responsabilità professionale odontoiatrica è attraverso la consulenza collegiale di un medico legale e di un odontoiatra esperto in medicina legale e odontologia forense. Solo l’odontoiatra che avrà frequentato idonei strumenti formativi di tipo medico-giuridico potrà ritenersi sufficientemente pronto ad affrontare autonomamente casi di responsabilità professionale e specifici ambiti tecnico-forensi finalizzati alla identificazione personale e all’analisi di lesioni da morso umano.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail