Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2011 September;131(3) > Minerva Medicolegale 2011 September;131(3):59-66

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medicolegale 2011 September;131(3):59-66

lingua: Italiano

Screening immunochimico su micropiastra per la determinazione di stupefacenti in tessuti di origine cadaverica

Bernini M., Vezzoli S., Manzoni S., Trioni V., De Ferrari F.

Dipartimento di Specialitá Chirurgiche, Scienze Radiologiche e Medico Forensi, Cattedra di Medicina Legale, Università degli Studi di Brescia, Brescia, Italia


PDF  


Obiettivo. Lo scopo del presente lavoro è stato quello di valutare l’applicabilità dell’impiego di kit commerciali per dosaggi in urina e siero/plasma, per l’esecuzione di test di screening finalizzati alla determinazione di sostanze stupefacenti su sangue intero, bile, fegato ed encefalo.
Metodi. Per la determinazione di cocaina e oppiacei sono state analizzate un totale di 82 campioni autoptici e per i cannabinoidi sono stati selezionati 12 campioni ematici di altrettanti soggetti coinvolti in incidenti stradali e un campione autoptico. Per l’analisi di screening è stato utilizzato il Sistema automatizzato DSX™ per test Elisa, dopo la preparazione di una curva di calibrazione per ogni sostanza in esame. Le analisi di conferma sono state eseguite in GC/MS, previo allestimento di tre curve di calibrazione per ogni sostanza. I cut-off su sangue utilizzati sono stati: 50 ng/ml per cocaina, 100 ng/ml per oppiacei e 10 ng/ml per cannabinoidi.
Risultati. Per ciascuna matrice e molecola sono stati confrontati i valori ottenuti dai due test, che hanno fornito indicazione di una buona corrispondenza dei risultati. Solo i cannabinoidi hanno mostrato un’alta incidenza di falsi positivi, probabilmente dovuta alla minor specificità del test.
Conclusioni. In conclusione si può affermare che la metodica ELISA, applicata all’analisi di omogenati di tessuto, rappresenta comunque un valido sistema di screening.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail