Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2010 Marzo;130(1) > Minerva Medicolegale 2010 Marzo;130(1):69-75

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medicolegale 2010 Marzo;130(1):69-75

lingua: Italiano

Intossicazioni alcool-correlate: esperienza di nove anni nella città e provincia di Ferrara

Righini F. 1, Gaudio R. M. 1, Talarico A. 1, Brunaldi V. 1, Barbieri S. 1, Sanchioni R. 1, Feltracco P. 2, Molinari M. E., Avato F. M. 1

1 Sezione di Scienze Forensi, Dipartimento di Scienze Biomediche e Terapie Avanzate, Laboratorio di Tossicologia, Università di Ferrara, Ferrara, Italia
2 Dipartimento di Anestesia e Terapia Intensiva, Ospedale di Padova, Italia


PDF  


Obiettivo. Lo studio retrospettivo analizza i dati alcolemici relativi alle intossicazioni acute pervenute al Laboratorio di Tossicologia Forense della Sezione di Medicina Legale e delle Assicurazioni di Ferrara dai nosocomi della città e provincia, in seguito ad accertamento su strada da parte di agenti di polizia, da gennaio 2000 a dicembre 2008 in un campione di 566 casi.
Metodi. I dati alcolemici sono stati determinati mediante tecnica GC-HS.
Risultati. Nei nove anni oggetto di studio, su 566 casi, sono emerse 307 positività (54,2%), che hanno interessato 264 soggetti di sesso maschile (85,9%) e 43 di sesso femminile (14%), di età compresa fra 18 e 70 anni (età media 36 anni per i maschi e 31 anni per le femmine). L’incidenza delle intossicazioni nei “fine settimana” è risultata pari al 49,2%. È stato valutato l’andamento dei dati alcolemici in rapporto alla successione di norme (D.L. 30 aprile 1992, n.285; L. 1 agosto 2002 n.168; L. 2 ottobre 2007, n.160;) verificatosi in Italia.
Conclusioni. Dall’osservazione dei dati valutati con l’ottica della legislazione attuale (L. 2 ottobre 2007, n. 160), risulta un decremento, negli anni considerati, delle positività negli intervalli di concentrazione alcolemica compresa tra 0,8 e 1,5 g/l e superiori a 1,5 g/l. Nella fascia di concentrazione alcolemica compresa fra 0,5 e 0,8 g/l non risultano variazioni significative.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail