Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2010 March;130(1) > Minerva Medicolegale 2010 March;130(1):19-33

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medicolegale 2010 March;130(1):19-33

lingua: Italiano

L’epatite cronica può guarire? Chiarimenti e proposte valutative medico legali

Vasapollo D., Pieraccini L., Zanotti S.

Sezione di Medicina Legale, Dipartimento di Medicina e Sanità Pubblica, Università di Bologna, Bologna, Italy


PDF  


Gli autori, considerato il turbinoso progresso delle conoscenze mediche e il maggior utilizzo delle biotecnologie per la diagnostica e la ricerca, affrontano la delicata problematica delle infezioni da virus dell’epatite C conseguenti alla trasfusione da emoderivati perché meritevole di approfondimento anche in ambito medico legale. Riportano, inoltre, gli inconvenienti della terapia con interferone al fine di maturare una maggiore consapevolezza epidemiologica, clinica e medico legale di tali eventi avversi. Essi si soffermano nel dettaglio sull’epatite cronica rispondente alla terapia farmacologica, sulla sua definizione nosografica e sulle problematiche valutative a questa patologia connesse. Gli autori riportano, ancora, i metodi impiegati per l’inattivazione virale, anche prima dell’individuazione del virus dell’epatite C, stante la tendenziale coincidenza epidemiologica tra HIV e virus epatitico non A non B, nonché la medesima via di diffusione tra questi virus e l’HBV. Da ultimo analizzano la legislatura in materia e si soffermano, in particolare, sulla recente pronuncia della Corte di Cassazione a Sezioni unite (n. 581 del 11 gennaio 2008), in cui viene affermato, tra l’altro, che già a partire dalla data di conoscenza dell’epatite B sussiste la responsabilità del Ministero per il contagio degli altri due virus (HIV e HCV), dato che non costituiscono eventi autonomi e diversi, ma solo forme di manifestazioni patogene dello stesso evento lesivo dell’integrità fisica da virus veicolati dal sangue infetto, che il Ministero non aveva controllato, come pure era obbligato per legge.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail