Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2009 December;129(4) > Minerva Medicolegale 2009 December;129(4):233-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medicolegale 2009 December;129(4):233-9

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Police shooting: una revisione delle morti da arma da fuoco da parte del “law enforcement”

Gill J. R.

New York City Office of Chief Medical Examiner and Department of Forensic Medicine, New York University School of Medicine
New York, NY, USA


PDF  


L’impiego della forza bruta da parte del “law enforcement” richiede un’investigazione forense aperta ed accurata della morte. Sebbene queste morti siano di alto profilo, la certificazione è tipicamente semplice e la causa (ferita da arma da fuoco) e la modalità della morte (omicidio) è facilmente evidente. Una delle principali mansioni dell’anatomo patologo forense consiste nella documentazione meticolosa di rilievi autoptici positivi e negativi. Il numero, la localizzazione, il diametro dello sparo, le ferite interne, e la direzione all’interno dell’organismo del colpo di arma da fuoco devono essere documentati, poiché essi sono molto utili nella successiva determinazione del movente dello sparo. Anche l’esaminazione dell’abbigliamento è di fondamentale importanza e le analisi tossicologiche per l’etanolo e le droghe da abuso devono essere sempre effettuate routinariamente. Il motivo più frequente della presenza della polizia è costituito dalla risposta ad un crimine e la ragione più frequente per il “police shooting” è rappresentata dall’utilizzo/possesso di un’arma da parte del deceduto. Sebbene la maggior parte di questi decessi sia certificato come omicidi, l’investigatore deve sempre tenere in considerazione la possibilità del “suicidio da polizia”. In questi casi, come in tutti gli altri decessi, l’anatomo patologo forense è una figura imparziale, indipendente, che fornisce informazioni e opinioni che saranno successivamente utili per l’indagine legale. Nel nostro sistema medico-legale, la determinazione dell’omicidio giustificabile o colposo non fa parte delle responsabilità del medico esaminatore.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail