Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2009 December;129(4) > Minerva Medicolegale 2009 December;129(4);183-90

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medicolegale 2009 December;129(4);183-90

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Alcool e incidenti stradali: considerazioni epidemiologiche

Gaudio R. M. 1, Talarico A. 1, Righini F. 1, Barbieri S. 1, 2, Sanchioni R. 1, Brunaldi V. 1, Feltracco P. 2, Vassallo T. 1, Pasetti A. 1, Ramacciato G. 1, Mognato E. 1, Trevisiol P. 1, Molinari M. E. 2, Avato F. M. 1

1 Sezione di Scienze Forensi, Dipartimento di Scienze Biomediche e Terapie Avanzate, Laboratorio di Tossicologia, Università di Ferrara, Ferrara, Italia; 2 Dipartimento di Anestesia e Terapia Intensiva, Ospedale di Padova, Italia


PDF  


La relazione tra consumo alcolico e incidenti stradali assume, con frequenza sempre maggiore, un ruolo centrale nella vita di tutti i cittadini italiani. Sull’onda della spinta mediatica, della cronaca di tragedie familiari e discussioni in talkshow, in questi ultimi anni, sono stati approvati nuovi provvedimenti legislativi al fine di prevenire e ridurre il numero di incidenti. In quest’ottica è stato condotto lo studio osservazionale sull’andamento dei dati alcolimetrici condotti su campioni ematici da cadaveri di conducenti di vetture, motocicli e velocipedi rimasti coinvolti in sinistri stradali nella città di Ferrara e territorio provinciale, in rapporto alla legislazione vigente (D.L. 3 agosto 2007, n.117 “codice della strada”). I dati sono stati ottenuti in un campione di 620 casi in un’età compresa tra 18 e ? 67 anni, dal gennaio 2000 al dicembre 2008, determinati dal Laboratorio di Tossicologia Forense della Sezione di Medicina Legale e delle Assicurazioni dell’Università di Ferrara mediante tecnica GC-HS. Sul totale dei 620 casi di incidenti stradali mortali, le positività sono state 182 (29%); di cui 161 maschi (88%) e 21 femmine (12%). L’indagine epidemiologica ha suggerito che la maggiore incidenza sia nella classe 18-37 anni e nella giornata di sabato. Il campione preso in esame da questo studio ha evidenziato come il numero dei decessi nel periodo osservato è apparso in lieve decremento, probabilmente anche grazie ai provvedimenti legislativi relativi alla guida in stato di ebbrezza, nonché all’introduzione della “patente a punti” (D.L. n. 151 del 27 giugno 2003).

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail