Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2009 June;129(2) > Minerva Medicolegale 2009 June;129(2):85-89

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medicolegale 2009 June;129(2):85-89

lingua: Italiano

Disegno di legge sulla sperimentazione animale: analisi, attualità e prospettive

Coluccio P., Russo M., Passantino A.

Medicina Legale Veterinaria Legislazione Veterinaria Protezione Animale e Deontologia Dipartimento di Sanità Pubblica e Veterinaria Università degli Studi di Messina, Messina, Italia


PDF  


La ricerca biomedica ancora non è in grado di rinunciare alla sperimentazione animale. Infatti, l’uso degli animali ha consentito di acquisire una parte notevole delle attuali conoscenze in campo medico-scientifico e di ottenere risultati altrimenti irraggiungibili. Non c’é dubbio, quindi, che le ricerche condotte su animali da laboratorio porta a un avanzamento delle conoscenze. Questo non significa, però, che detto progresso debba essere ricercato sempre e comunque. Del resto, con la Direttiva 86/609/CEE il legislatore europeo ha ritenuto di dover tutelare la vita degli animali, evitando che essi vengano sacrificati per ricerche low value e fortemente orientate allo sfruttamento economico. In attesa della revisione della suddetta Direttiva, la cui applicazione in Italia è ancora affidata al D. Lgs 116/92, l’On. Tomassini ha riproposto il disegno di legge (DDL) sulla sperimentazione, presentato in prima istanza dall’On. Schimdt e successivamente dall’On. Della Vedova. La proposta di riforma introduce i metodi alternativi all’uso degli animali come obiettivo e prospettiva delle politiche della ricerca, sottopone tutte le sperimentazioni a un meccanismo di autorizzazione cui oggi sfuggono, sulla base di una mera “comunicazione”, la gran parte delle sperimentazioni e disciplina il reinserimento degli animali da laboratorio al fine del ciclo di esperimenti, per impedirne la soppressione o la morte in cattività. Alla luce della novella Raccomandazione della Commissione Europea del 18 giugno 2007 relativa a linee guida per la sistemazione e la tutela degli animali impiegati a fini sperimentali o ad altri fini scientifici, gli autori nel presente contributo offrono un’analisi del DDL e si chiedono se lo stesso possa approdare o meno a una effettiva conversione in legge.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail