Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2006 Dicembre;126(4) > Minerva Medicolegale 2006 Dicembre;126(4):357-64

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medicolegale 2006 Dicembre;126(4):357-64

lingua: Italiano

La gestione del rischio clinico in Emilia Romagna

Taroni F. 1, Cicognani A. 1, Cinotti R. 2, Di Denia P. 2

1 Dipartimento di Medicina e Sanità Pubblica Università di Bologna, Bologna
2 Agenzia Sanitaria Regionale Regione Emilia-Romagna


PDF  


L’articolo descrive l’approccio adottato dalla Regione Emilia-Romagna per sviluppare un sistema regionale integrato di gestione del rischio, a partire dall’analisi delle ragioni dei deludenti risultati ottenuti dai paesi leader in questo settore, a cinque anni dalla pubblicazione del rapporto dello Institute of Medicine americano “To Err is human”, che ha dato luogo allo sviluppo di un vasto momento internazionale per la patient safety attivo soprattutto in Inghilterra, Australia e Nuova Zelanda. Il modello si basa su tre pilastri: la definizione di un nuovo sistema di corporate e di clinical governance delle aziende sanitarie realizzato dalla Legge regionale n. 29/2004 che, fra l’altro, assume la gestione del rischio come un loro specifico impegno istituzionale; lo sviluppo di un sistema regionale integrato di regolazione flessibile quanto a uniformità e cogenza degli standard rispetto al grado di incertezza e di ambiguità associato alle diverse condizioni di rischio; programmi locali supportati dalla Agenzia Sanitaria Regionale basati su sistemi volontari di incident reporting e su programmi di mediazione. Le esperienze regionali possono contribuire ad elaborare un programma nazionale, sfruttando positivamente la arretratezza rispetto ai paesi leader in questo settore.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail