Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2006 Marzo;126(1) > Minerva Medicolegale 2006 Marzo;126(1):73-9

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0026-4849

Online ISSN 1827-1677

 

Minerva Medicolegale 2006 Marzo;126(1):73-9

 REVIEW

Vaccinazioni. Normativa, danno, risarcimento

Iorio M.

Dipartimento di Anatomia Farmacologia e Medicina Legale Università degli Studi di Torino, Torino

Nei Paesi cosiddetti sviluppati patologie microbiche endemiche potevano essere facilmente controllate con le vaccinazioni e il miglioramento dell’igiene personale e alimentare. Sulla mitologia delle vaccinazioni esiste una contrapposizione d’opinioni che è vecchissima, da cui nascono le nozioni di danno vaccinale secondo Clinica, secondo il Diritto e secondo Medicina Legale. La Medicina Legale ha già discusso sull’obbligatorietà delle vaccinazioni in età pediatrica e in età adulta, sulle sanzioni al responsabile del minore in caso di inadempienza, sulla situazione europea, sui profili di responsabilità per medico vaccinatore, assistente sanitario e azienda sanitaria.
Dopo la legge 210/1992, si è discusso sul problema del consenso all’obbligo vaccinale, sulle carenze medico-legali della norma, sui rilievi di natura etica: per questi ultimi oggi, esiste, una fase di transizione dall’obbligo di inizio ‘900 all’adesione motivata e informata auspicata per la futura Europa multietnica. L’analisi delle procedure di accertamento danno da parte dello Stato porta a una proposta valutativa del danno biologico permanente nelle menomazioni più frequenti.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina