Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2004 Marzo;124(1) > Minerva Medicolegale 2004 Marzo;124(1):23-32

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale

 

Minerva Medicolegale 2004 Marzo;124(1):23-32

 ARTICOLI ORIGINALI

Day surgery: aspetti medico-legali

Schillaci D. R., Pellegrinelli M., Morini O.

Il processo di aziendalizzazione dell'assistenza sanitaria propone e incentiva l'istituzione di un nuovo modello sanitario capace di coniugare l'efficacia clinica e l'efficienza nell'uso delle risorse.
Rispondente a tali esigenze è l'introduzione, nell'ambito delle discipline chirurgiche, dei trattamenti effettuati a ciclo diurno. L'analisi dei profili di possibile colpa professionale in tali nuove alternative nell'approccio chirurgico impone di tenere presente nel giudizio gli aspetti peculiari della day surgery.
Nel presente lavoro vengono analizzate le normative che consentono l'introduzione dei trattamenti di day surgery, con particolare attenzione alla tipologia di strutture nelle quali possono essere effettuati dovendo tener conto della necessità di individuare aspetti tecnico-organizzativi fondamentali, con stretta collaborazione tra équipe chirurgica, anestesista, servizio di radiologia, cardiologo, laboratorio di analisi, possibilmente nell'ambito di strutture «dedicate». Tenuto conto della casistica personale, verranno trattati aspetti peculiari che riguardano la selezione oculata del paziente, i rischi connessi alle difficoltà di un tempestivo controllo clinico per complicanze postoperatorie e al programma di controlli ambulatoriali ravvicinati.
Un particolare richiamo verrà fatto anche all'esigenza di un consenso all'atto chirurgico che il paziente dovrà fornire, dopo attenta valutazione e informazione del rapporto rischi-benefici rispetto ad altre soluzioni tecniche mediche o chirurgiche alternative, considerando gli innegabili vantaggi, ma nel contempo la necessità di una adeguata collaborazione del paziente stesso e anche del medico di famiglia per una prudente «gestione» domiciliare e un tempestivo ricorso alla struttura di day surgery in caso di necessità.
Il suggerimento è, comunque, di cautela nell'estendere alla day surgery anche interventi complessi, situazione che inevitabilmente può comportare, allorché il risultato non sia del tutto favorevole, ipotesi di colpa del chirurgo per imprudenza.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina