Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2002 Dicembre;122(4) > Minerva Medicolegale 2002 Dicembre;122(4): 209-26

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale

 

Minerva Medicolegale 2002 Dicembre;122(4): 209-26

 REVIEW

Attività sanitaria di equipe. Competenze, errori, responsabilità, coperture assicurative

Iorio M.

Indirizzi normativi martellanti e la crescente sensibilità di pazienti ed operatori hanno creato attenzione ed enfasi intorno al concetto di qualità. Termini un tempo del tutto sconosciuti come audit, peer review, accreditamento, ISO 9000, VRQ, Miglioramento Continuo della Qualità, risk management sono diventati familiari, ma si corre il rischio che non appena una parola guadagna in popolarità, perda in chiarezza. Tanti termini fanno pensare a fenomeni separati e indipendenti: in realtà esiste un approccio simile e un tronco comune a tutte queste iniziative. Siamo passati attraverso i concetti di accreditamento istituzionale e professionale, di indicatori di output ed outcome, di benchmarking, di politica di gestione del personale e il traguardo attuale appena esplorato è la partnership con il paziente per il miglioramento dell'assistenza sanitaria. Le due principali correnti di pensiero erano la Quality Assurance (legata alla logica degli standard) e il Miglioramento Continuo di Qualità (basato sugli indicatori): oggi sappiamo che hanno lo stesso obiettivo e sono riconosciute come complementari. Sulla scia delle recenti autorevoli pubblicazioni, il fenomeno dell'errore in medicina è stato inquadrato come il prodotto di un sistema sanitario ancora non ben orientato verso la gestione della qualità. Diventa necessario fare chiarezza su definizioni, conoscenze e procedure: il lavoro affronta gli aspetti giuridici, medico legali, epidemiologici e assicurativi dell'errore medico e dell'attività di equipe.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina