Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2001 September;121(3) > Minerva Medicolegale 2001 September;121(3): 171-80

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medicolegale 2001 September;121(3): 171-80

lingua: Italiano

Crioconservazione dello sperma: rilevanza penale della biotechnical malpractice

Santovito D., Papotti C. M., Iorio M.


PDF  


La crioconservazione è una metodica artificiale volta a conservare e mantenere attivi gli spermatozoi per anni. Essa rappresenta una possibilità nel garantire ai pazienti che vanno incontro a terapie farmacologiche o chirurgiche, che portano alla sterilità, la propria capacità di procreare, tutelata dall'ordinamento giuridico.
In questo lavoro si valuta se una errata conservazione od una perdita del seme crioconservato rappresenta un illecito penale di «biotechnical malpractice» che si configura come lesione personale.
Il punto di partenza è il problema dell'adeguamento al progresso biotecnologico della nozione medico-legale di «malattia», e così la cyborg-evoluzione delle potenzialità dell'organismo umano che è l'unità nell'ambito della quale la malattia deve radicarsi per assumere penale rilevanza: il tutto riesaminando il concetto di «capacità di procreare», che la scienza ha dilatato a confini che il legislatore del Codice Penale certamente non poteva ‹ nel 1930 ‹ immaginare.
L'attenzione che la comunità scientifica internazionale ha rivolto e rivolge al problema medico, etico, giuridico ed ancora religioso delle possibilità di gestione degli embrioni umani e di crioconservazione dei gameti non ha ancora condotto all'adozione di soluzioni soddisfacenti, ed induce a ripensare ad autorevoli incertezze sul ruolo del progresso scientifico.
Il problema attuale è l'individuazione dei principi di diritto applicabili alle fattispecie che via via il progresso condurrà i giuristi ad esaminare: è parso così utile soffermarsi ad esaminare alcuni aspetti delle procedure di crioconservazione del seme, ed in particolare i riflessi giuridici dell'errore umano cui consegua una irrimediabile compromissione del processo di crioconservazione dello sperma, nel caso da tale situazione derivi la definitiva ed oggettiva perdita della capacità di procreare.
Lo studio si propone un inquadramento medico-legale del problema, così come l'individuazione dei profili di penale rilevanza di una tale fattispecie.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail