Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 2001 Settembre;121(3) > Minerva Medicolegale 2001 Settembre;121(3): 159-70

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale

 

Minerva Medicolegale 2001 Settembre;121(3): 159-70

 REVIEW

La valutazione medico-legale del danno sessuale maschile

Robino C.

Delle molteplici categorie costitutive del danno biologico, il danno alla funzione sessuale maschile è tra quelle che peggio si prestano ad una valutazione medico-legale basata su rigidi criteri percentualistici. Nel determinare l'effettivo pregiudizio alla salute della persona, la menomazione sessuale interagisce con complessi fattori socio-culturali ed anagrafici. La percezione stessa dell'attività sessuale e del suo eventuale pregiudizio ha subito nel corso degli anni una profonda trasformazione, tanto sul piano giurisprudenziale che dell'opinione pubblica. La crescente attenzione rivolta alle disfunzioni sessuali su base organico-funzionale, che sempre più di frequente si pongono all'osservazione del medico legale in sede valutativa, si accompagna ad una continua evoluzione degli strumenti di diagnosi e terapia. L'Autore si sofferma sui criteri clinici, diagnostici e terapeutici nella disfunzione erettile e nell'infertilità maschile e presenta i principali barémes del danno sessuale maschile, anatomico e funzionale, proposti in Italia ed all'estero in anni recenti.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina