Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 1999 December;119(4) > Minerva Medicolegale 1999 December;119(4): 243-61

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

ARTICOLI SPECIALI  


Minerva Medicolegale 1999 December;119(4): 243-61

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

La lettera sul veneficio nel Methodus dandi relationes di Giovanni Filippo Ingrassia

Pierini G., Cassini R., Dallari S., Sgarzi F.


PDF  


Agli inizi della disciplina della medicina legale Gian Filippo Ingrassia si colloca come pioniere circa l'avvento di una precisa e sentita necessità di evoluzione della pratica diagnostica attraverso l'introduzione di un metodo criteriologico. Nel XVI secolo erano stati fatti indubbi progressi nell'arte medica, anche nel versante anatomopatologico e in particolare nello studio degli avvelenati, soprattutto per la necessità di rispondere ai quesiti giudiziari sugli avvelenamenti, ma fino a G. F. Ingrassia, G. B. Codronchi, F. Fedele e P. Zacchia non vi fu mai vero progresso, causa l'incertezza nei metodi di studio e di valutazione critica dei casi. Molti Autori leggevano le risultanze degli accertamenti alla luce della propria teologia, attribuendo fattore causale a entità metafisiche quando non del tutto appartenenti al mondo della magia. I trattati sono infatti scritti sotto la guida di una concezione che non riconosceva, come avverrà più tardi col razionalismo moderno, una separazione netta fra spirito e materia. La ricerca e lo studio erano resi altresì difficili se non pericolosi dalla stretta osservanza delle regole controriformistiche sotto la pressione dell'inquisizione che suggerivano la presenza delle forze infernali in tutto quello che di inspiegabile era nelle patologie, e soprattutto nella misteriosa forza occulta nel veleno. Così l'opera dei primi maestri di medicina legale introduce un nuovo metodo di lavoro, quello del razionalismo in senso moderno, dal quale prenderà forza la medina legale come disciplina organica, e così la tossicologia forense, inaugurando un nuovo rapporto con l'esercizio di una giustizia in senso moderno.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail