Home > Riviste > Minerva Medicolegale > Fascicoli precedenti > Minerva Medicolegale 1999 June;119(2) > Minerva Medicolegale 1999 June;119(2): 97-128

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICOLEGALE

Rivista di Medicina Legale


eTOC

 

OSSERVATORIO SISMLA  


Minerva Medicolegale 1999 June;119(2): 97-128

lingua: Italiano

Tutela della maternità in Europa

Malfatto C., Iorio M., Pastena M., Mascaro V.


PDF  


L'obiettivo di questo lavoro è di presentare e discutere le misure legislative esistenti nei Paesi Europei volte a proteggere la gravidanza delle donne. L'interesse di presentare e confrontare questi sistemi consiste non solo nella conoscenza delle misure legislative che inquadrano l'esperienza della maternità in Paesi vicini all'Italia, ma anche nell'offrire delle indicazioni interessanti per risolvere e affrontare alcuni problemi presenti nel nostro Paese.
L'analisi delle legislazioni di 19 Paesi Europei ha evidenziato che a partire da presupposti simili e comuni, si arriva a differenze nelle normative nazionali importanti sia per il contenuto che per la forma. Basti pensare che i paesi dell'Europa Orientale e l'Italia risultano avere da un punto di vista di durata il congedo di maternità più favorevole, in altri Paesi come la Francia la durata del congedo è in stretta dipendenza dal numero dei figli, ancora più lontana è la posizione dei Paesi Scandinavi in cui il congedo di maternità non esiste, ma si parla di congedo dei genitori. Inoltre in Spagna ed in Portogallo non sono previste disposizioni che vietano il licenziamento delle lavoratrici in stato di gravidanza, di tutt'altra posizione è la Francia dove il datore di lavoro non può chiedere alla donna al momento dell'assunzione se è in stato di gravidanza.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail