Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2013 Dicembre;104(6) > Minerva Medica 2013 Dicembre;104(6):625-30

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna

Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4806

Online ISSN 1827-1669

 

Minerva Medica 2013 Dicembre;104(6):625-30

 ARTICOLI ORIGINALI

Relazione tra misurazioni ecografiche ed elettromiografiche dei muscoli addominali quando attivati con o senza contrazione dei muscoli del pavimento pelvico

Tahan N. 1, Arab A. M. 2, Arzani P. 1, Rahimi F. 1

1 Department of Physical Therapy, Faculty of Rehabilitation Science, Shahid Beheshti University of Medical Sciences, Tehran, Iran;
2 Department of Physical Therapy, University of Social Welfar and Rehabilitation Sciences, Evin, Tehran, Iran

Obiettivo. L’importanza della muscolatura addominale nel mantenimento della stabilità del rachide ha favorito lo sviluppo di numerosi studi. L’imaging ultrasonico (IU) è uno strumento prezioso che, se applicato correttamente, ha il potenziale di fornire elementi significativi sulla contrazione dei muscoli addominali. Sono stati condotti studi limitati sulla relazione tra misurazioni ecografiche dell’ispessimento muscolare e misurazioni elettromiografiche (EMG) dell’attivazione muscolare. Ciononostante, sono stati riportati risultati contrastanti. Sulla base di precedenti studi, l’associazione tra attivazione e ispessimento dei muscoli addominali potrebbe essere influenzata dal livello di contrazione. Obiettivo del presente studio è stato quello di misurare la relazione tra spessore e ampiezza dei muscoli addominali a diversi livelli di contrazione della muscolatura addominale.
Metodi. La ricerca è stata condotta con un campionamento di convenienza (convenience sampling) presso il dipartimento di fisioterapia della ‘University of Social Welfare and Rehabilitation Sciences’. Trenta partecipanti sani si sono offerti volontari per prendere parte allo studio. Sono stati misurati lo spessore del muscolo obliquo interno (OI) e del muscolo trasverso destro (TrA) dell’addome nelle manovre di rientro (hollowing) dell’addome, con e senza contrazione della muscolatura del pavimento pelvico. Inoltre, è stata eseguita una registrazione elettromiografica di superficie dei muscoli IO/TrA destro. Un hardware elettrico che agisce come sistema di innesco è stato utilizzato per registrare le attività dei muscoli addominali nell’UI e nell’EMG in maniera simultanea. La variazione nello spessore, lo spessore normalizzato e l’ampiezza massima dei muscoli addominali sono stati utilizzati per l’analisi statistica.
Risultati. Le correlazioni tra le misurazioni di variazione dello spessore e l’ampiezza erano pari a 0,03–0,38 per TrA/IO. Le correlazioni tra le misurazioni dello spessore normalizzato e l’ampiezza erano pari a -0,04–0,26 per TrA/IO.
Conclusioni. Non esiste una relazione chiara tra aumenti nell’attivazione della muscolatura addominale e relative misurazioni di ispessimento durante la contrazione dei muscoli addominali. Variazioni nello spessore dei muscoli addominali profondi non possono essere utilizzate per indicare variazioni nell’attività elettrica di tale muscolo.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina