Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2013 Agosto;104(4) > Minerva Medica 2013 Agosto;104(4):447-53

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna

Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4806

Online ISSN 1827-1669

 

Minerva Medica 2013 Agosto;104(4):447-53

 ARTICOLI ORIGINALI

Frequenza della sindrome metabolica e livelli di 25-idrossivitamina D3 in pazienti con epatopatia steatosica non alcolica

Eraslan S. 1, Kizilgul M. 1, Uzunlulu M. 1, Colak Y. 2, Ozturk O. 2, Tuncer I. 2

1 Medeniyet University Goztepe, Training and Research Hospital Department of Internal Medicine, Istanbul Turkey;
2 Medeniyet University Goztepe Training and Research Hospital Department of Gastroenterology, Istanbul, Turkey

Obiettivo. È noto come la resistenza insulinica rivesta un ruolo importante nella patogenesi dell’epatopatia steatosica non alcolica (non-alcoholic fatty liver disease, NAFLD) e come i livelli sierici di 25-idrossivitamina D3 (25-[OH]D) siano bassi in presenza di resistenza insulinica. La sindrome metabolica (metabolic syndrome, MetS) è caratterizzata da resistenza insulinica. Obiettivo del presente studio è stato quello di determinare i livelli di 25-(OH)D e la frequenza della MetS in pazienti con NAFLD, oltre a valutare l’associazione tra 25-(OH)D, istologia della NAFLD e parametri metabolici.
Metodi. Allo studio hanno preso parte sessantatré pazienti con NAFLD confermata mediante biopsia epatica (29 donne e 34 uomini; età media: 42,70±9,82 anni) e 46 controlli sani (16 donne e 30 uomini; età media: 37,54±8,56 anni). I criteri della Federazione internazionale del diabete sono stati utilizzati per diagnosticare la MetS. La resistenza insulinica è stata determinata in accordo al modello per la valutazione omeostatica dell’insulino-resistenza (Homeostasis Model Assessment, Insulin Resistance, HOMA-IR). I gruppi sono stati confrontati per i livelli di 25-(OH)D e le frequenze della MetS. L’analisi della correlazione è stata utilizzata per valutare le relazioni tra 25-(OH)D e parametri metabolici e/o istologia della NAFLD.
Risultati. I livelli di 25-(OH)D erano inferiori nel gruppo NAFLD rispetto al gruppo di controllo (rispettivamente 36,06±13,07 ng/ml vs 51,19±23,45 ng/ml, P<0,01) mentre la frequenza della MetS era più elevata (66,7% vs 15,2%, P<0,01). Nel gruppo NAFLD, i livelli di 25-(OH)D erano associati negativamente ai punteggi di epatopatia steatosica non alcolica e all’HOMA-IR (rispettivamente r=-0,317, P=0,011 e r=-0,437, P=0,001).
Conclusioni. Il presente studio ha dimostrato una frequenza più elevata della MetS e livelli più bassi di 25-(OH)D in pazienti con NAFLD e un’associazione negativa tra i livelli di 25-(OH)D e i punteggi di epatopatia steatosica non alcolica e resistenza insulinica.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina