Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2013 Giugno;104(3) > Minerva Medica 2013 Giugno;104(3):317-24

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna

Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4806

Online ISSN 1827-1669

 

Minerva Medica 2013 Giugno;104(3):317-24

 ARTICOLI ORIGINALI

Associazione tra macrosomia fetale e parametri metabolici nel sangue del cordone ombelicale in neonati di donne con GDM

Eslamian L. 1, Akbari S. 2, Marsoosi V. 1, Jamal A. 1

1 Perinatology Division, Obstetrics and Gynecology Department, University of Medical Sciences, Tehran, Iran;
2 Perinatology Division, Obstetrics and Gynecology Department University of Medical Sciences, Khoramabad, Iran

Obiettivo. Vi è evidenza che l’artrosclerosi possa avere origine alla nascita, per cui la valutazione dei livelli sierici di lipidi nel sangue del cordone ombelicale potrebbe essere importante. Obiettivo del presente studio è stato quello di esaminare l’associazione tra macrosomia fetale e parametri metabolici nel sangue del cordone ombelicale in neonati di donne con diabete mellito gestazionale (DMG) e di confrontare tali parametri con quelli nei neonati non diabetici.
Metodi. Il gruppo dello studio includeva 112 donne (parto singolo e DMG diagnosticato seguendo i criteri dell’OMS) e, come soggetti di controllo, 159 donne gravide in salute e i loro neonati. Un campione di sangue del cordone ombelicale è stato prelevato al momento del parto. Sono stati determinati i livelli di insulina, glucosio e lipidi (colesterolo totale, colesterolo della lipoproteina ad alta a bassa densità e trigliceridi) nel sangue del cordone ombelicale. Sono state valutate anche le relazioni tra tali parametri metabolici e la macrosomia fetale (large for gestational age, LGA).
Risultati. Non si sono osservate differenze significative tra i livelli di colesterolo totale (CT), colesterolo HDL (c-HDL), trigliceridi (TG) e glucosio tra i due gruppi ma il livello di c-LDL, il rapporto LDL/HDL e il livello di insulina erano significativamente più elevati nei neonati di madri con DMG. Nei neonati macrosomici di madri diabetiche, il livello di c-HDL era significativamente più basso mentre il livello di c-LDL era significativamente più alto rispetto ai neonati AGA (appropriati per l’età gestazionale).
Conclusioni. Tali risultati mostrano che il DMG ha alterato il metabolismo neonatale dei lipidi nel plasma e perciò i neonati di madri diabetiche potrebbero essere predisposti in maniera precoce all’ipercolesterolemia LDL ed essere maggiormente a rischio di sviluppare la cardiopatia coronarica in età più avanzata.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina