Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2013 Giugno;104(3) > Minerva Medica 2013 Giugno;104(3):287-93

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236

 

Minerva Medica 2013 Giugno;104(3):287-93

 ARTICOLI ORIGINALI

Effetti dell’integrazione di acidi grassi polinsaturi omega-3 sui livelli sierici di fetuina-A nei pazienti diabetici di tipo 2

Özyazgan S. 1, Karaoglu K. 1, Kurt A. 2, Altinok A. 1, Konukoglu D. 2, Osar Siva Z. 3, Andican G. 2

1 Department of Pharmacology and Clinical Pharmacology, Cerrahpasa Faculty of Medicine, Istanbul University, Istanbul, Turkey;
2 Department of Biochemistry, Cerrahpasa Faculty of Medicine, Istanbul University, Istanbul, Turkey;
3 Division of Endocrinology, Diabetes and Metabolism, Department of Medicine, Cerrahpasa Faculty of Medicine, Istanbul University, Istanbul, Turkey

La fetuina-A è un inibitore endogeno dell’insulina-recettore insulinico stimolato tirosina chinasi, che ha recentemente dimostrato come nell’uomo livelli elevati circolanti di fetuina-A siano associati alla resistenza all’insulina, suggerendo che la fetuina-A possa rappresentare un nuovo meccanismo coinvolto nella fisiopatologia del diabete di tipo 2 (T2DM). Si sa che gli acidi grassi polinsaturi alimentari omega-3 (n-3 PUFA) riducono i livelli di trigliceridi, ma il loro impatto sul controllo glicemico non è ben noto. Lo scopo di questo studio era determinare gli effetti dell’integrazione di PUFA omega-3 sulla fetuina-A e sul controllo glicemico, in pazienti con diabete mellito di tipo 2. Quaranta pazienti T2DM (17 maschi/23 femmine di età compresa tra 39 e 65 anni) sono stati inclusi nello studio. I livelli sierici di fetuina-A e i profili metabolici e biochimici sono stati misurati prima (valore basale) e due mesi dopo le integrazioni di n-3 PUFA (1,2 g/giorno). I livelli sierici di fetuina-A sono stati misurati mediante test immuno-assorbente legato ad enzima. I nostri risultati indicavano che i livelli sierici di fetuina-A, glucosio a digiuno, HbA1c e trigliceridi erano significativamente inferiori dopo l’integrazione (rispettivamente, P<0,02, P<0,001, P <0,02 e P<0,01). Al valore basale, i livelli sierici di fetuina-A sono stati correlati con i livelli di HbA1c (r: -0,391, P<0,04). Dopo le integrazioni è stata rilevata una correlazione positiva tra fetuina-A e sia trigliceridi (r: 0,343, P<0,05), sia colesterolo totale (r: 0,330, P<0,.05), e una correlazione negativa tra fetuina-A e glicemia a digiuno (r: -0,405, P<0,01). Eseguendo l’analisi di regressione multipla, abbiamo scoperto che i livelli sierici di fetuina-A erano correlati con i livelli di trigliceridi (r: 0,351, P<0,01) al valore basale e ai livelli di HbA1c (r: 0.344, P<0,04) dopo l’integrazione. Sulla base dei risultati, si ritiene che l’assunzione di omega-3 PUFA diminuisca i livelli sierici di fetuina-A e che la fetuina-A sierica sia associata a lipidi plasmatici e ai controlli glicemici nei diabetici di tipo 2. Ulteriori studi sono necessari per risolvere la questione.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina