Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2013 Aprile;104(2) > Minerva Medica 2013 Aprile;104(2):141-53

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236

 

Minerva Medica 2013 Aprile;104(2):141-53

TROMBOSI 

Esiti a lungo termine delle cardiovasculopatie dopo terapia adiuvante con tamoxifene: comprensione attuale dell’impatto sulla fisiologia e sulla sopravvivenza globale

Onitilo A. A. 1,2, Kar P. 3, Engel J. M. 4, Glurich I. 5

1 Department of Hematology/Oncology, Marshfield Clinic Weston Center, Weston, WI, USA;
2 School of Population Health, University of Queensland, Brisbane, Australia;
3 Department of Medicine, Allegiance Health, Jackson, MI, USA;
4 Department of Hematology/Oncology, Marshfield Clinic Cancer Care, Stevens Point, WI, USA;
5 Office of Scientific Writing and Publication, Marshfield Clinic Research Foundation, Marshfield, WI, USA

L’impatto relativo della terapia con tamoxifene in donne colpite da cancro al seno sulla sopravvivenza globale, in particolare per quello che attiene ai risultati cardiaci e cardiovascolari, rimane oggetto di dibattito in letteratura. Questo articolo si concentra in particolare sui risultati di studi che hanno esaminato ampi trial clinici con follow-up di lunga durata relativamente a questi parametri, nei quali si potrebbe documentare la conformità alla terapia. Nel corso del tempo, l’evidenza supporta i potenziali effetti cardioprotettivi e la capacità della terapia adiuvante nel migliorare il profilo lipidico delle donne trattate con tamoxifene. Mentre l’eventuale beneficio per la salute cardiaca è supportato, gli esiti relativi agli eventi cardiovascolari restano variabili in diversi studi e difficili da interpretare. In sintesi, la sopravvivenza globale delle donne trattate con tamoxifene nel tempo ha sempre dimostrato una tendenza verso esiti positivi nel contesto della valutazione della salute cardiovascolare post-trattamento. Si discutono brevemente i potenziali meccanismi alla base degli effetti cardioprotettivi del tamoxifene.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina