Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2012 December;103(6) > Minerva Medica 2012 December;103(6):431-9

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

  CARDIOLOGIA INTERVENTISTICA


Minerva Medica 2012 December;103(6):431-9

lingua: Inglese

La terapia di riperfusione nell’infarto miocardico con sopraslivellamento del ST: linee guida, strategie, farmacologia e selezione dello stent

Ghosh B. D., Swaminathan R. V., Kim L. K., Feldman D. N.

Weill Cornell Medical College, New York Presbyterian Hospital, Department of Medicine, Greenberg Division of Cardiology, New York, NY, USA


PDF  


Il trattamento dell’infarto miocardico acuto con sopraslivellamento del ST (STEMI) si è evoluto rapidamente, con molti progressi negli ultimi dieci anni. L’intervento coronarico percutaneo è la strategia preferita, se disponibile, anche se permane il ruolo della riperfusione immediata tramite terapia trombolitica come obiettivo primario. Per quanto riguarda la terapia antitrombotica, ora la bivalirudina svolge un ruolo significativo nel trattamento STEMI, con migliori risultati rispetto all’eparina non frazionata più inibitori della glicoproteina IIb/IIIa. La doppia terapia antiaggregante è diventata un cardine del trattamento con aspirina e clopidogrel combinati, così come il ruolo crescente di farmaci innovativi più potenti, prasugrel e ticagrelor. Nel PCI primario in STEMI, gli stent coronarici ora vengono utilizzati di routine, anche se si continuano a studiare gli esiti a breve e lungo termine di stent medicati (DES) rispetto stent metallici (BMS). Recenti meta-analisi hanno esaminato la contropartita di percentuali inferiori di ristenosi in-stent e la necessità di rivascolarizzazione con DES, rispetto al potenziale aumento del rischio di trombosi dello stent e della necessità di un ciclo prolungato di doppia terapia antiaggregante. Il presente riesame affronta le attuali linee guida e le strategie STEMI, i recenti progressi della terapia farmacologica i e dati sulla selezione dello stent.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

dnf9001@med.cornell.edu