Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2012 Ottobre;103(5) > Minerva Medica 2012 Ottobre;103(5):369-76

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2012 Ottobre;103(5):369-76

lingua: Inglese

La resistina circolante è elevata nei pazienti con epatopatia steatosica non alcolica ed è associata ai punteggi di steatosi, infiammazione portale, resistenza insulinica e steatoepatite non alcolica

Şenateş E. 1, 2, Çolak Y. 3, Yeşil A. 1, Coşkunpinar E. 4, Şahin Ö. 5, Kahraman Ö. T. 4, Erkalma Şenateş B. 6, Tuncer I. 3

1 Department of Gastroenterology, Haydarpaşa Numune Education and Research Hospital, Istanbul, Turkey;
2 Department of Gastroenterology, Dicle University Medical Faculty, Diyarbakır, Turkey;
3 Department of Gastroenterology, Göztepe Education and Research Hospital, Istanbul, Turkey;
4 Department of Molecular Medicine, Institute of Experimental Medicine (DETAE), Istanbul University, Istanbul, Turkey;
5 Neuromuscular Pathology Unit, Department of Neurology, Istanbul University, Istanbul Medical Faculty, Capa, Istanbul;
6 Deparment of Internal Medicine, Diyarbakır Education and Research Hospital, Diyarbakır, Turkey


PDF  


Obiettivo. Obiettivo del presente studio è stato quello di valutare l’associazione tra livelli sierici di resistina e caratteristiche biochimiche e istologiche di pazienti con epatopatia steatosica non alcolica (nonalcoholic fatty liver disease, NAFLD) al fine di determinare l’utilità di tale relazione nella pratica clinica.
Metodi. Sono stati reclutati un totale di 97 pazienti con NAFLD e 66 controlli sani appaiati per sesso e per età. I dati di laboratorio, epidemiologici e antropometrici dettagliati sono stati registrati. I livelli sierici di resistina sono stati misurati mediante ELISA.
Risultati. I livelli sierici di resistina erano significativamente più elevati nei pazienti con NAFLD rispetto ai controlli sani (rispettivamente 32,10±10,0 ng/ml e 26,57±13,60 ng/ml; P=0,003). I livelli sierici di resistina erano associati ai punteggi di AST, ALT, HOMA-IR, steatosi istologica, infiammazione portale e steatoepatite non alcolica (nonalcoholic steatohepatitis, NASH). I livelli sierici di resistina erano significativamente più elevati nei pazienti con NASH definita rispetto ai pazienti con steatosi semplice (rispettivamente 29±13 e 20±10 ng/ml; P=0,03). Non vi era alcuna associazione tra livelli sierici di resistina e stadi di fibrosi epatica.
Conclusioni. I nostri dati suggeriscono che i livelli di resistina sono elevati nei pazienti con NAFLD e sono utili per discriminare tra steatosi semplice e NASH definita.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

ebubekirsenates@gmail.com