Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2012 Giugno;103(3) > Minerva Medica 2012 Giugno;103(3):177-82

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2012 Giugno;103(3):177-82

lingua: Italiano

Associazione codeina-paracetamolo e tramadolo-paracetamolo nel controllo del dolore lombare moderato-severo

Colini Baldeschi G., Cobianchi M. R.

UOSD Terapia Antalgica, Azienda Ospedaliera S. Giovanni Addolorata, Roma, Italia


PDF  


Obiettivo. L’obiettivo del presente studio è stato quello di confrontare l’efficacia analgesica e la tollerabilità di codeina fosfato rispetto al tramadolo cloridrato in associazione con paracetamolo in pazienti affetti da dolore lombare di intensità moderato-severa causato da osteoartrosi. Infatti, mentre il paracetamolo rappresenta il farmaco analgesico di prima scelta per questa patologia, nei casi in cui questo trattamento risulti inefficace la scelta terapeutica prevede l’aggiunta di oppioidi deboli alla terapia. Considerata la natura cronica di tale patologia, questi farmaci rappresentano un’alternativa più sicura e tollerabile rispetto ai farmaci anti-infiammatori non steroidei (FANS) ed agli inibitori selettivi dell’enzima ciclossigenasi 2 (COX-2).
Metodi. Nel presente studio sono state prese in considerazione le associazioni codeina-paracetamolo (rispettivamente 30 mg e 500 mg) e tramadolo-paracetamolo (rispettivamente, 37,5 mg e 325 mg). Lo studio ha avuto una durata di 4 settimane ed ha coinvolto 38 pazienti (età media 64,7 anni). L’efficacia dei due trattamenti è stata valutata in termini di efficacia analgesica, tollerabilità e sicurezza.
Risultati. I risultati a distanza di una settimana dal trattamento e al termine dello studio hanno evidenziato una differenza a favore dell’associazione codeina-paracetamolo che ha mostrato valori lievemente superiori nel miglioramento della sintomatologia dolorosa e, soprattutto, maggiore tollerabilità in termini di eventi avversi e drop out.
Conclusioni. Lo studio, sebbene condotto su un numero limitato di pazienti e per un tempo relativamente breve, dimostra la maggiore efficacia e tollerabilità dell’associazione codeina-paracetamolo rispetto all’associazione tramadolo-paracetamolo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

g.colini@libero.it