Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2012 June;103(3) > Minerva Medica 2012 June;103(3):165-75

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2012 June;103(3):165-75

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Ruolo reciproco di PGRN/TNF-alfa sull’osteopenia sviluppantesi in uno stato infiammatorio di obesità

Hossein-Nezhad A. 1, Mirzaei K. 1, 2, Ansar H. 1, Khooshechin G. 1, Ahmadivand Z. 1, Keshavarz S. A. 2

1 Endocrinology and Metabolism Research Institute Tehran University of Medical Sciences, Tehran, Iran;
2 Department of Nutrition and Biochemistry, School of Public Health and Institute of Public Health Research, Tehran, University of Medical Sciences, Tehran, Iran


PDF  


Obiettivo. Obiettivo del presente studio è stato quello di esaminare la concentrazione di PGRN e di altre citochine infiammatorie TNF-α, IL-1β, IL-4, IL-6, IL-10, IL-13 e IL-17 in soggetti obesi osteopenici e non-osteopenici. La densità minerale ossea (DMO) in soggetti con diversi livelli di PGRN è stata confrontata per valutare la nostra ipotesi.
Metodi. Un totale di 171 partecipanti obesi (IMC≥30) hanno preso parte allo studio. L’analisi della composizione corporea è stata realizzata con un analizzatore della composizione corporea Tutti i campioni ematici sono stati raccolti tra le 8.00 e le 10.00 del mattino dopo una notte a digiuno. I livelli circolanti di TNF-α, PGRN, IL-1β, IL-4, IL-6, IL-10, IL-13, IL-17, PTH, 25-idrossivitamina D e crosslaps sono stati misurati con il metodo del dosaggio immunoenzimatico (EIA). La DMO è stata misurata mediante assorbimetria a raggi x a doppia energia (DXA) al rachide lombare (vertebre L2-L4) e a livello dell’anca. I partecipanti sono stati classificati come osteopenici e sani, in base ai criteri dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Di 171 partecipanti, 51 (29,82 %) erano osteopenici e 120 (70,17%) erano sani.
Risultati. Abbiamo rilevato concentrazioni significativamente più elevate di crosslaps, IL-17, IL-6, TNFα e IL-4 e basse concentrazioni di IL-13, IL-10, PGRN e massa libera da grasso nel gruppo di soggetti osteopenici. Con l’aumento del livello di PGRN, le concentrazioni di IL-13, IL-10 e 25-(OH) vitamina D aumentavano e la concentrazione di TNFα e IL-17 diminuiva. I nostri risultati hanno mostrato una densità ossea in entrambi i siti del rachide lombare (L2-L4) e nella regione dell’anca più elevata nel quarto quartile e più bassa nel primo quartile di concentrazione PGRN categorizzata. Lo stato osseo è migliorato gradualmente con i crescenti livelli di PGRN, contemporaneamente nelle regioni del rachide lombare (L2-L4) e dell’anca.
Conclusioni. In base al pathway d’azione del TNF-alfa sul metabolismo osseo, sembra che la PGRN agisca sull’osso con meccanismi che includono il disturbo della segnalazione del TNFR e della performance del TNF-alfa, simili ai risultati che sono stati rilevati in uno studio su modelli animali.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

ahosseinnezhad@sina.tums.ac.ir