Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2011 Dicembre;102(6) > Minerva Medica 2011 Dicembre;102(6):461-8

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna

Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4806

Online ISSN 1827-1669

 

Minerva Medica 2011 Dicembre;102(6):461-8

 ARTICOLI ORIGINALI

Profilo citochinico, Foxp3 e livelli di ligandi del fattore nucleare kB in sottotipi di sclerosi multipla

Alatab S., Maghbooli Z., Hossein-Nezhad A., Khosrofar M., Mokhtari F.

Endocrinology and Metabolism Research Center, Tehran University of Medical Sciences, Tehran, Iran

Obiettivo. I pazienti affetti da sclerosi multipla (SM) presentano decorsi clinici eterogenei. Al fine di accertare il coinvolgimento di diversi meccanismi immunopatologici in sottogruppi di SM, abbiamo confrontato i livelli sierici di TNF-α, IL-1β, hs-CRP, recettore attivatore del fattore nucleare kappa B (RANKL) ed espressione del FOXP3 nel sangue periferico in sottotipi clinici di SM (recidivante remittente: SM-RR; secondaria progressiva: SM-SP; primaria progressiva: SM-PP) e soggetti sani.
Metodi. In uno studio caso-controllo, sono stati valutati 72 individui sani e 72 pazienti affetti da sclerosi multipla di pari sesso ed età (57% SM-RR, 18% SM-SP e 25% SM-PP). L’età, la distribuzione in base al sesso e l’IMC di pazienti con SM in questi tre sottotipi erano simili. I livelli sierici di TNF-α, IL-1β, e RANKL sono stati misurati tramite ELISA. La hs-CRP è stata misurata con il metodo immunoturbidimetrico. L’espressione del FOXP3 nelle cellule mononucleate del sangue periferico è stata misurata dalla PCR quantitativa in tempo reale.
Risultati. È stato rilevato un innalzamento significativo di TNF-α, hs-CRP, IL-1β e RANKL e una diminuzione dell’espressione del FOXP3 in pazienti affetti da SM rispetto al controllo (P<0,001). La SM-PP presentava i livelli più elevati di TNF-α, IL-1β, CRP e RANKL e i livelli più bassi di FOXP3, con un livello significativo raggiunto dalla differenza nel TNF-α (P<0,01). RANKL e TNF-α hanno mostrato una correlazione inversa significativa (P<0,01) con i livelli di espressione relativi al FOXP3. I pazienti con insorgenza in età giovane (insorgenza prima dei 30 anni) hanno mostrato livelli significativamente più elevati di hs-CPR rspetto ai pazienti con insorgenza in età avanzata.
Conclusioni. Tali dati dimostrano la presenza di differenze immunopatogeniche tra la forma recidivante e quella non recidivante, evidenziando per la prima volta il ruolo della citochina RANKL in pazienti affetti da SM.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina