Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2011 Ottobre;102(5) > Minerva Medica 2011 Ottobre;102(5):353-61

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2011 Ottobre;102(5):353-61

lingua: Inglese

Analgesici e.v. versus analgesici regionali nel travaglio di parto

Sweed N. 1, Sabry N. 2, Azab T. 3, Nour S. 2

1 Faculty of Pharmacy, MSA University , 6th October City, Egypt;
2 Faculty of Pharmacy, Cairo University, Cairo, Egypt;
3 Faculty of Medicine, Cairo University, Cairo, Egypt


PDF  


Obiettivo. Obiettivo del presente studio è stato quello di confrontare l’analgesia combinata spinale-epidurale (CSE), epidurale (E) ed endovenosa (IV) con petidina e i loro effetti su madre, feto, neonato e andamento del travaglio di parto.
Metodi. Si tratta di uno studio prospettico, a gruppi paralleli e in cieco singolo, nel quale sono state arruolate 60 donne in travaglio attivo, collocate in cinque sottogruppi al fine ricevere l’analgesia mediante vie diverse. La madre e il feto sono stati valutati. I risultati sono stati registrati e confrontati usando la scala analogica visiva (VAS) e la scala di Bromage modificata per il blocco motorio, oltre ad altre scoperte cliniche.
Risultati. La durata della prima fase del travaglio di parto è stata significativamente più lunga nel gruppo con petidina E, rispetto ai gruppi con petidina CSE ed IV. Quando il controllo del dolore raggiunto da bupivacaina e lidocaina CSE è stato paragonato alla relativa epidurale, è stato rilevato che la prima tecnica aveva ottenuto un migliore controllo del dolore. Le donne che avevano ricevuto petidina avevano una maggiore incidenza di nausea e vomito rispetto a quelle che avevano ricevuto analgesia CSE o E. Non vi era una differenza significativa tra i cinque gruppi rispetto ad altri effetti collaterali.
Conclusioni. L’analgesia regionale, soprattutto quella CSE con bupivacaina o lidocaina, è un metodo sicuro ed efficace per l’analgesia nel travaglio di parto con un’efficacia relativamente migliore della bupivacaina.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

papers.sabry@gmail.com