Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2010 December;101(6) > Minerva Medica 2010 December;101(6):419-25

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,878


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medica 2010 December;101(6):419-25

Copyright © 2011 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Diagnosi e trattamento della malattia di Lyme: insegnamenti tratti dall’epidemia di AIDS

Stricker R. B., Johnson L.

International Lyme and Associated Diseases Society, Bethesda, MD, USA


PDF  


La malattia di Lyme è una malattia controversa trasmessa dalle zecche, la cui diffusione negli Stati Uniti è stimata quattro volte superiore a quella dell’AIDS. Questo articolo mette in evidenza le problematiche che sono state superate grazie alla risposta del sistema sanitario nei confronti dell’infezione da virus dell’immunodeficienza umana (HIV), risposta che ha portato allo sviluppo di esami di laboratorio sensibili per il virus dell’AIDS, e alla promozione di trattamenti antimicrobici combinati di lungo termine per trattare efficacemente la malattia da HIV. La nostra idea è che sia necessario superare problematiche analoghe per poter trattare con successo la forma cronica della malattia di Lyme. Attualmente, la diagnosi e il trattamento della malattia di Lyme sono ostacolati dalla mancanza di una definizione univoca del quadro clinico che rifletta adeguatamente la presentazione della malattia, da test di laboratorio poco sensibili, e da elevate percentuali di fallimento del trattamento basato su una monoterapia a breve termine. Di conseguenza, il trattamento ottimale per i pazienti che presentano sintomi persistenti della malattia di Lyme non è ancora definito. Se è vero che la monoterapia antibiotica ha avuto successo nel trattamento della malattia di Lyme in fase iniziale, l’uso di una terapia antibiotica combinata, sul modello di quella dell’HIV, sembra essere più efficace per i pazienti con sintomi persistenti di infezione trasmessa da zecche. La soluzione delle controversie relative alla malattia di Lyme dovrebbe portare a un miglioramento della diagnosi e del trattamento sul modello dell’approccio adottato per la malattia da HIV.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

rstricker@usmamed.com