Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2010 October;101(5) > Minerva Medica 2010 October;101(5):353-62

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medica 2010 October;101(5):353-62

lingua: Inglese

Prevenzione del suicidio in Italia

Pompili M.

1 Department of Neurosciences, Mental Health and Sensory Functions, Suicide Prevention Center Sant’Andrea Hospital, Sapienza University of Rome, Rome, Italy;
2 McLean Hospital, Harvard Medical School, Harvard, MA, USA


PDF  


Il suicidio è un problema serio nell’ambito della salute pubblica e l’Organizzazione Mondiale della Sanità riconosce il suicidio come un fenomeno in espansione per il quale è stato sollecitato un intervento in tutte le nazioni. Dai tempi di Enrico Morselli ad oggi il tasso di suicidio in Italia è notevolmente cambiato in alcune aree mentre si è mantenuto sostanzialmente simile in altre regioni come quelle del nord est. L’Italia ha una lunga tradizione nello studio del suicidio e oggi più che mai è cruciale saper valutare e gestire i soggetti a rischio. Spesso questi individui comunicano di voler morire in modo esplicito e vari segnali di allarme possono essere riconosciuti. L’assunto che questi individui si vogliono suicidare perché sono affetti da un disturbo psichiatrico deve essere rivisto alla luce di una comprensione fenomenologica del suicidio. Un approccio centrato sull’intersoggettività permette di rilevare che spesso c’è un dolore psicologico insopportabile nella mente di questi individui per il quale il suicidio è visto come la migliore soluzione. Sono i loro pensieri nel flusso di coscienza che provocano disperazione e dunque alleviare anche lievemente tale stato spesso esita nel desiderio di vivere. L’autore propone il confronto dei tassi di suicidio rilevati da Morselli con quelli attuali e passa in rassegna il processo che porta al suicidio e come aiutare gli individui in crisi

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

maurizio.pompili@uniroma1.it