Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2010 Aprile;101(2) > Minerva Medica 2010 Aprile;101(2):73-80

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ORIGINAL ARTICLES  


Minerva Medica 2010 Aprile;101(2):73-80

lingua: Inglese

Stratificazione precoce dei pazienti con dolore toracico e sospetto di sindrome coronarica acuta in un dipartimento di emergenza

Bracco C. 2, Melchio R. 1, Sturlese U. 1, Pomero F. 2, Martini G. 1, Poggi A. 1, Cena P. 2, Severini S. 2, Castagna E. 2, Brignone C. 2, Serraino C. 2, Dutto L. 1, Veglio F. 3, Fenoglio L. 2

1 Department of Emergency Medicine, Santa Croce e Carle Hospital, Cuneo, Italy;
2 Department of Internal Medicine, Santa Croce e Carle Hospital, Cuneo, Italy;
3 Department of Internal Medicine and Experimental Oncology, University of Turin, Turin, Italy


PDF  


Obiettivo. Lo scopo di questo studio era analizzare l’accuratezza di un percorso critico di precoce stratificazione e di gestione dei pazienti con dolore toracico e sospetta sindrome coronarica acuta (ACS) in un Dipartimento di Emergenza (DE).
Metodi. È stato realizzato uno studio osservazionale su tutti i pazienti presentatisi nel corso di un anno nel DE con dolore toracico non-traumatico e sospetta ACS, utilizzando un percorso critico costituito da cinque livelli di stratificazione del rischio, basato sui fattori di rischio, le caratteristiche del dolore e l’elettrocardiogramma. I pazienti sono stati valutati per i tassi di morte, angina instabile, infarto miocardico o procedura di rivascolarizzazione al momento dell’accesso in DE o nei 30 giorni successivi al passaggio in DE. L’accuratezza del metodo di stratificazione è stata misurata mediante curva ROC.
Risultati. Nel complesso sono stati arruolati 1 813 pazienti: 475 pazienti (26,1%, 95% CI: 24-28,1) ricoverati e 1 338 (73,8%, 95% CI: 71,7-75,8) dimessi. I principali outcome si sono verificati in 233 (49,9%, 95% CI: 47,5-52,2) dei pazienti ricoverati e in soli 6 (0,4%, 95% CI: 0,06-0,7) di quelli dimessi. Il sistema di stratificazione del rischio ha dimostrato una buona accuratezza con una curva AUC-ROC di 0,90 (95% CI: 0,88-0,93). Un totale di 1 541 (85%) pazienti sono stati gestiti utilizzando il percorso critico di stratificazione. Gli eventi avversi sono stati significativamente meno nei pazienti dimessi rispetto a quelli che erano stati ricoverati (0,27% vs. 1,37%, differenza 1,1%, CI 95%: 0,06-2,1), senza aumento significativo dei ricoveri inappropriati.
Conclusioni. Un percorso critico, sulla base delle caratteristiche cliniche ed elettrocardiografiche, rappresenta uno strumento utile ed efficace per stratificare e gestire i pazienti con dolore toracico non traumatico e sospetta ACS nel DE.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

remo.melchio@libero.it