Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2009 June;100(3) > Minerva Medica 2009 June;100(3):195-211

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medica 2009 June;100(3):195-211

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Il trattamento della sincope aritmica

Brembilla-Perrot B.

Department of Cardiology CHU of Brabois, Vandoeuvre, France


PDF  


La sincope aritmica può spiegare il 5-20% delle cause di sincope e la sua incidenza aumenta con l’età. Ci si aspetterebbe che i pazienti affetti da sincope aritmica abbiano una prognosi infausta nel caso di una diagnosi errata, principalmente quando sopraggiunge l’aritmia in un paziente con patologia cardiaca in stadio avanzato. Principali cause di aritmia possono essere la bradicardia (diagnosticata tramite elettrocardiografia di superficie, monitoraggio Holter per 24 ore e studio elettrofisiologico in pazienti con blocco del ramo del fascio di His) oppure la tachicardia supraventricolare o ventricolare (diagnosticata tramite studio elettrofisiologico e/o registratore di eventi a lungo termine). Attualmente la sincope aritmica è facilmente prevenuta da farmaci anti-aritmici o, più frequentemente, da trattamenti non medici, quali l’ablazione della tachicardia con la radiofrequenza, il pace-maker o l’impianto di defibrillatore.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail