Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2009 Aprile;100(2) > Minerva Medica 2009 Aprile;100(2):151-7

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna

Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4806

Online ISSN 1827-1669

 

Minerva Medica 2009 Aprile;100(2):151-7

 REVIEW

Ablazione epicardica tramite catetere in caso di fibrillazione atriale

Buch E., Shivkumar K.

UCLA Cardiac Arrhythmia Center David Geffen School of Medicine at UCLA Los Angeles, CA, USA

L’ablazione tramite catetere in caso di fibrillazione atriale, sebbene sia superiore alla sola terapia medica, presenta un rischio significativo di complicanze e un’efficacia limitata. La terapia chirurgica per la fibrillazione atriale, che comprende la procedura Maze, sembra essere più efficace ma è anche più invasiva rispetto agli approcci per via percutanea. In questa review gli autori sottolineano il razionale della strategia che prevede l’ablazione epicardici per via percutanea tramite catetere. Gli operatori che prendono in considerazione tale procedura dovrebbero avere una conoscenza dettagliata degli aspetti anatomici dello spazio pericardio, che vengono rivisti in questo manoscritto. Inoltre, gli autori discutono la tecnologia utilizzata per l’ablazione epicardica e le sfide particolari legate a questa procedura. Infine, vengono rivisti alcuni lavori preliminari sull’ablazione epicardici in caso di fibrillazione atriale, prima di concludere con alcune possibilità relative alla ricerca futura in questo settore.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina