Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2009 February;100(1) > Minerva Medica 2009 February;100(1):105-13

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,878


eTOC

 

REVIEW  GERIATRIA


Minerva Medica 2009 February;100(1):105-13

Copyright © 2009 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Depressione nei pazienti geriatrici

Abbas Asghar-ali A. 1, Braun U. K. 2, 3

1 Department of Psychiatry Michael E. DeBakey VA Medical Center Houston, TX, USA 2 The Houston Center for Quality of Care and Utilization Studies Health Services Research and Development Service Department of Veteran Affairs Michael E. DeBakey VA Medical Center Houston, TX, USA 3 Department of Medicine, Section of Geriatrics Baylor College of Medicine, Houston, TX, USA


PDF  


La patologia depressiva più grave negli anziani è la depressione maggiore, ma la qualità di vita dei pazienti può essere influenzata significativamente dal disturbo distimico, dalla depressione minore o da un disturbo depressivo dovuto alla condizione medica generale, le quali tutte hanno dimostrato di essere più prevalenti rispetto alla depressione maggiore nella comunità sempre più numerosa degli anziani. Gli anziani hanno una maggiore probabilità di sviluppare una reazione al dolore e frequentemente si confrontano con aspetti legati al lutto. Questa review prende in considerazione le diagnosi di tutte le reazioni depressive rilevanti che i medici di base hanno probabilità di incontrare. Tra i molti diversi strumenti diagnostici utilizzati per lo screening della depressione, quelli più rapidi sono quelli a domande con due risposte, raccomandati dallo US Preventive Service Task Force e, specificamente sviluppati per gli anziani, la Geriatric Depressione Scale (GDS), che è disponibile nella versione breve a 15 domande con risposte SI/NO. Molte patologie mediche sono associate ai sintomi depressivi. Il focus è rappresentato dalle patologie demenziali/patologie cerebrovascolari, la demenza del tipo Alzheimer e il morbo di Parkinson. La terapia farmacologica di prima scelta della depressione comprende gli inibitori selettivi della serotonina (selective serotonin inhibitors, SSRI) e gli inibitori del reuptake della serotonina-noradrenalina (serotonin-norepinephrine reuptake inhibitors [SNRI]). Gli effetti collaterali di certi farmaci possono spesso essere utilizzati per ottenere benefici aggiuntivi, ad esempio l’aumento del peso corporeo associato con l’utilizzo di alcuni SSRI può essere utile per i pazienti con demenza.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail