Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2008 Giugno;99(3) > Minerva Medica 2008 Giugno;99(3):307-21

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Medica 2008 Giugno;99(3):307-21

lingua: Inglese

Sindrome metabolica: dall’insulino-resistenza alla disfunzione del tessuto adiposo

Camera A., Hopps E., Caimi G.

Cattedra di Semeiotica e Metodologia Medica Dipartimento di Medicina Interna, Malattie Cardiovascolari e Nefrourologiche
Università di Palermo, Palermo, Italia


PDF  


Recentemente la definizione, la fisiopatologia e persino l’utilità clinica della sindrome metabolica (SM) sono state oggetto di discussione. Il rischio dato dalla SM non sarebbe maggiore rispetto a quello dato da ogni singolo componente. La SM in assenza di diabete (DM) o di CVD è un predittore più debole di rischio cardiovascolare rispetto al DM stesso. Sono stati proposti nuovi fattori da includere nella sindrome, quali adipochine, PCR e PAI-1. L’IGFBP-1 si correla all’iperinsulinemia/insulino-resistenza ed al rischio di sviluppare DM e cardiopatia ischemica fatale. Il sistema IGF/IGFBP potrebbe formare un legame tra lo sviluppo di insulino resistenza e di CVD. L’RBP-4 è in grado di alterare il segnale insulinico nel muscolo e di stimolare la gluconeogenesi epatica. La visione dell’insulino-resistenza quale principale causa di SM potrebbe cambiare in favore della disfunzione del tessuto adiposo. La causa più comune di insufficienza del tessuto adiposo è l’eccessiva richiesta di deposito di grassi correlata all’iperalimentazione, ma tale disfunzione si presenta anche in pazienti con lipodistrofia, DM 1 e sindrome dell’ovaio policistico. La produzione di adipochine e di citochine infiammatorie da parte de tessuto adiposo e l’eccessivo flusso di lipidi verso altri tessuti: muscoli, cuore e fegato (ectopic fat storage syndrome) contribuiscono all'insorgenza della SM e all’aumento del rischio cardiovascolare. La comprensione dei meccanismi della disfunzione del tessuto adiposo offre nuove possibilità di prevenzione e terapia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail