Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2008 Giugno;99(3) > Minerva Medica 2008 Giugno;99(3):269-87

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

AGGIORNAMENTO SUL DIABETE  


Minerva Medica 2008 Giugno;99(3):269-87

lingua: Inglese

La sindrome metabolica in età pediatrica

Morrison J. A. 1, Ford E. S. 2, Steinberger J. 3

1 Division of Cardiology Children’s Hospital Medical Center Cincinnati, OH, USA
2 Centers for Disease Control and Prevention, Atlanta, GA, USA
3 Department of Pediatrics University of Minnesota, Minneapolis, MN, USA


PDF  


La sindrome metabolica è frequentemente oggetto di attenzione, discussione e dibattito nella ricerca medica, per la sua stretta relazione con il crescente problema dell’obesità da un lato e del diabete mellito e delle patologie cardiovascolari dall’altro. La sindrome metabolica è anche motivo di controversia, poiché illustri ricercatori dissentono sulla sua stessa definizione e sulla sua validità in quanto tale. Obesità, dislipidemia, ipertensione arteriosa, alterato metabolismo glicidico e reattanti della fase acuta sono osservati, attualmente, non solo negli adulti ma anche nei bambini. Vi sono almeno cinque definizioni di sindrome metabolica dell’adulto, formulate da diverse società scientifiche e organizzazioni, ma fino a 40 diverse definizioni sindromiche sono state utilizzate negli studi pediatrici. Nel 2007, l’International Diabetes Federation ha pubblicato una definizione della sindrome metabolica pediatrica. Tuttavia, non è certo che questa possa mettere ordine in questo campo. Inoltre, studi di coorte a lungo termine hanno fornito dati secondo i quali il raggruppamento di fattori che definiscono la sindrome metabolica è davvero in grado di predire la presenza di diabete mellito di tipo 2 e di patologie cardiovascolari definite come infarto miocardico, ictus, bypass coronarico e/o coronarografia positiva. Inoltre, studi longitudinali hanno dimostrato la presenza di alterate funzioni vascolari in giovani adulti, bambini e adolescenti affetti dalla sindrome metabolica, indipendentemente dalla definizione. Questa revisione discute il background e lo sviluppo del concetto di sindrome metabolica, la relazione fra i suoi elementi costitutivi, il dibattito relativo alla sua definizione e i possibili sviluppi terapeutici.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail