Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2008 Febbraio;99(1) > Minerva Medica 2008 Febbraio;99(1):91-4

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Medica 2008 Febbraio;99(1):91-4

lingua: Inglese

Crisi surrenalica acuta ed ipercalcemia in una paziente che assumeva alte dosi di liquirizia

Isaia G. C., Pellissetto C., Ravazzoli M., Tamone C.

Department of Internal Medicine University of Turin, Turin, Italy


PDF  


Una donna di 47 anni, due mesi dopo una surrenectomia monolaterale, fu ricoverata nel dipartimento di medicina interna per ipertensione, ipercalcemia severa, alcalosi metabolica scompensata e segni clinici di insufficienza surrenalica acuta. La paziente aveva sospeso la terapia corticosteroidea sostitutiva dopo 15 giorni di trattamento. La presenza di ipopotassiemia ed ipersodiemia era in contrasto con la diagnosi di ipocortisolismo e pertanto la paziente non fu trattata con corticosteroidi durante la disamina diagnostica dell’ipercalcemia, che risultò negativa. Successivamente, la paziente fu trattata con soluzione salina endovenosa senza tuttavia ottenere un miglioramento delle condizioni cliniche. Nonostante le summenzionate alterazioni elettrolitiche, furono somministrati idrocortisone (100 mg e.v.) e zolendronato (4 mg e.v.): in poche ore, vi fu un rapido e marcato miglioramento del quadro clinico della paziente, con normalizzazione della calcemia e degli altri disturbi elettrolitici. Quando le condizioni della paziente migliorarono, ella ammise di aver assunto da molti anni grandi quantità di liquirizia come lassativo. Pertanto, questo composto aveva compensato il quadro di insufficienza surrenalica, inibendo l’enzima 11b-steroido-deidrogenasi, mascherando la presentazione clinica al momento del ricovero. Questo case report conferma che, sebbene raramente, l’ipercalcemia può essere espressione di un’insufficienza surrenalica acuta, essendo in questo caso rapidamente correggibile con la somministrazione di corticosteroidi. Inoltre, l’eccessivo introito di liquirizia può indurre un quadro clinico simile a quello di iperaldosteronismo primitivo in un paziente con insufficienza surrenalica, modificando il quadro metabolico e dilazionando diagnosi e terapia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail