Home > Riviste > Minerva Medica > Fascicoli precedenti > Minerva Medica 2007 December;98(6) > Minerva Medica 2007 December;98(6):647-51

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA MEDICA

Rivista di Medicina Interna


Indexed/Abstracted in: Current Contents/Clinical Medicine, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 1,236


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Medica 2007 December;98(6):647-51

lingua: Inglese

Attività sierica della prolidasi nell’osteoporosi post-menopausale

Namiduru E. S., Binnur Erbagci A., Çelik A., Yilmaz M., Tarakçioglu M.

1 Department of Biochemistry and Clinical Biochemistry University of Gaziantep Faculty of Medicine, Gaziantep, Turkey
2 Department of Nuclear Medicine University of Gaziantep Faculty of Medicine, Gaziantep, Turkey


PDF  


Obiettivo. La prolidasi è un’imidodipeptidasi specifica coinvolta nella degradazione del collagene. Si pensa che l’aumento dell’attività di questo enzima correli con l’aumentata intensità di degradazione del collagene e che la valutazione della sua attività possa essere un utile strumento per la diagnosi e/o il monitoraggio dell’osteoporosi. Lo studio ha avuto quale obiettivo quello di valutare l’attività sierica della prolidasi nell’osteoporosi post-menopausale e la sua correlazione con diversi marcatori del metabolismo osseo.
Metodi. In questo studio sono state arruolate 61 donne in post-menopausa, nelle quali la menopausa durava da oltre 1 anno, in assenza di qualsiasi terapia ormonale sostitutiva. La densità ossea minerale (bone mineral density: BMD) è stata valutata tramite la scansione del tratto L2-L4 e del collo femorale con la misurazione dell’assorbimento dei raggi-X a doppia energia (X-ray absorptiometry: DXA). Trentuno casi con score T inferiore a -2,5 sono stati considerati osteoporotici, mentre il gruppo di controllo era costituito da 30 soggetti. La deossipiridolina urinaria (urinary deoxypyridoline: Dpd), il calcio, la creatinina, il calcio sierico totale, il fosforo, la fosfatasi alcalina, i livelli dell’ormone paratiroideo e l’attività della prolidasi sono stati valutai con metodi colorimetrici o immunochimici.
Risultati. L’attività sierica della prolidasi non è stata significativamente diversa nell’osteoporosi, né ha correlato con altri marcatori di turnover osseo. La Ddp urinaria/creatinina e i livelli sierici di fosforo nel gruppo osteoporotico in post-menopausa sono stati significativamente superiori rispetto a quelli del gruppo di controllo.
Conclusioni. Nell’osteoporosi post-menopausale, con menopausa da oltre 1 anno, l’attività sierica della prolidasi non correla con la BMD. Tuttavia, il suo ruolo durante la diminuzione accelerata della BMD in pre-menopausa non è ancora stato stabilito.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail